news

Rilanciamo la campagna contro la pena di morte: Sant'Egidio e le associazioni abolizioniste a Washington

26 Giugno 2017 - STATI UNITI

Pena di Morte

Annemarie Pieters, della Comunità di Sant'Egidio, eletta vicepresidente della World Coalition Against the Death Penalty

Condividi su

Approfondire e rilanciare la campagna per l'abolizione della pena di morte, è questo il tema della conferenza ''No Justice without Life'', promossa a Washington dalla Comunità di Sant'Egidio insieme al Catholic Mobilizing Network e Journey of Hope, due associazioni statunitensi impegnate nella battaglia contro la pena capitale.

Una delegazione della Comunità di Sant'Egidio, formata da Mario Marazziti, Annemarie Pieters e Carlo Santoro, ha partecipato alla 15ma Conferenza e ai lavori dell'Assemblea generale della World Coalition to abolish the Death Penalty. che si è svolta dal 22 al 24 giugno a Washington DC presso la Catholic university of America.

Al termine dei lavori l'assemblea ha rinnovato le cariche al vertice della Coalizione e Annemarie Pieters (nella foto), della Comunità di Sant'Egidio di Antwerpen, è stata eletta vicepresidente.

Momento centrale della conferenza è stata la testimonianza di alcuni familiari delle vittime, che hanno ribadito la loro opposizione all'uso della pena di morte. A partire dagli Stati Uniti, è stata affrontata la questione a livello globale, con testimonianze da paesi come l'India e la Nigeria.

"Occorre lavorare di più e in connessione tra di noi - ha dichiarato da Washington Carlo Santoro - perché con il pretesto della lotta al terrorismo si assiste in diversi paesi a una spinta verso l’uso della pena di morte".

LEGGI ANCHE:

Sant'Egidio e la campagna contro la pena di morte