news

Mai rassegnarsi alla guerra e al dolore altrui, vogliamo aprire strade di pace: l'intervento di Andrea Riccardi a #PathsofPeace

12 Settembre 2017 - MÜNSTER, GERMANIA

PaceAndrea RiccardiMünster 2017#pathsofpeaceStrade di Pace

Condividi su

"Mai rassegnarsi alla guerra!". Intervenendo alla cerimonia conclusiva di "Strade di Pace", a Osnabruck, nel cuore della Germania, Andrea Riccardi invita le religioni ad essere audaci e partecipi "al dolore degli altri". 
 
"Davanti a situazioni difficili e povere, a guerre e a crisi che rischiano di degenerare in conflitti - ha affermato il fondatore di Sant'Egidio - ci si rassegna e si accetta l'indifferenza". Ecco perché è così importante che i rappresentanti delle grandi religioni mondiali si siano dati appuntamento nel cuore dell'Europa, per compiere un altro passo nel cammino di dialogo e amicizia, avviato da Giovanni Paolo II con la storica preghiera per la pace di Assisi del 1986, riproposta ogni anno dalla Comunità di Sant'Egidio. 
 
"La preghiera forza il limite dell'impossibile - ha sottolineato Riccardi - e accende alla speranza di pace", spingendo gli uomini "a liberarsi dall'indifferenza e ad essere artigiani di pace". "L'amicizia tra le religioni non è la retorica di un giorno l'anno", ha concluso Riccardi, invitando i rappresentanti a non accettare "che città e popoli siano preda della guerra e della violenza" e ad aprire "nuove strade di pace". 

LEGGI L'INTERVENTO COMPLETO >>