news

A Varsavia, il cardinale Nycz: "Accogliamo i rifugiati per accogliere Gesù"

16 Gennaio 2018 - VARSAVIA, POLONIA

PoloniaGiornata Mondiale del Rifugiato

Le parole dell'arcivescovo alla liturgia della Comunità per la Giornata del Migrante

Condividi su

Nella Giornata mondiale dei Migranti il cardinale Kazimierz Nycz ha presieduto la liturgia della Comunità nella chiesa di Santa Teresa del Bambin Gesù, dove recentemente è stato inaugurato l'Armadio degli Amici, un centro di distribuzione di abiti e alimentari per i senza dimora.

"Le migrazioni sono un fenomeno antico e complesso, che ha assunto negli ultimi tempi un carattere globale per l'ingiusto uso delle ricchezze, la differente distribuzione della popolazione nei continenti e lo sfruttamento di alcuni da parte di altri", ha osservato il cardinale. "Per noi le migrazioni sono una sfida e ci permettono di accogliere Gesù in mezzo a noi, come afferma fin dall'inizio del suo pontificato papa Francesco che nel messaggio per la Giornata del Migrante ha invitato a incontrare Cristo nei migranti".

Ricordando il lavoro di Sant'Egidio per l'accoglienza e l'integrazione dei migranti, l'arcivescovo di Varsavia ha osservato: "Alcuni profughi hanno bisogno di aiuto ma anche di essere accolti in Europa, perché nel paese dove si sono rifugiati non possono ricevere le cure necessarie. Per questo in Italia, Francia e Belgio sono stati aperti i corridoi umanitari". Rivolto ai parrocchiani della chiesa di Santa Teresa, il cardinale Nycz ha concluso: "Sant'Egidio è una comunità che prega per i profughi, ma non solo oggi. Tutto l'anno prega per i rifugiati, per i migranti e lavora tanto, anche qui a Varsavia, per i senza dimora. In questa parrocchia Sant'Egidio ha una presenza significativa, di preghiera e di servizio ai poveri. Potete così tutti partecipare in qualcosa di grande e importante".