news

Conferenza ad Amsterdam: segni di pace da Aleppo, città martoriata dalla guerra

9 Marzo 2019 - AMSTERDAM, OLANDA

Aleppo
Dialogo interreligiosoEcumenismo

Condividi su

Il vescovo caldeo cattolico di Aleppo, mons. Antoine Audo, ha visitato la Comunità di Sant'Egidio di Amsterdam, dove ha tenuto una conferenza sulla situazione della Chiesa in Siria durante la guerra, e ha parlato delle attese di pace. Ha poi partecipato alla preghiera per la pace di Sant'Egidio, in cui si è pregato per tutti i paesi in situazioni di guerra.

Nella sua conferenza, mons. Audo ha parlato delle cause della guerra in Siria, e della carità e dell'aiuto come unico modo per ridare speranza e rinnovare il dialogo. I cristiani, infatti, si sono aperti ai musulmani, andando incontro ai bisogni di tutte le persone in difficoltà, senza distinzioni etniche o religiose: in questo modo molti musulmani hanno percepito un'immagine diversa dei cristiani, ad esempio quando sono stati soccorsi  da organizzazioni cristiane.

Il vescovo ha sottolineato come, nel creare nuove occasioni di dialogo e pace, i cristiani, finora vissuti in comunità separate tra loro a livello confessionale, abbiano scoperto la loro vocazione comune, lavorando insieme per la rinascita del paese e nel servizio agli anziani e ai malati. I musulmani sono stati colpiti dalla solidarietà dei cristiani nei loro confronti ed è cominciata una collaborazione con alcune associzioni islamiche. A partire da questo impegno si può costruire insieme ai musulmani una cittadinanza che coinvolga tutti, superando le differenze.

Link al testo della conferenza in inglese

www.santegidio.nl/wp-content/uploads/2019/02/lecture-mgr-Antoine-Audo-sj-Amsterdam-22-februari-2019-.pdf

 

 

 



Conferenza ad Amsterdam: segni di pace da Aleppo, città martoriata dalla guerra
Conferenza ad Amsterdam: segni di pace da Aleppo, città martoriata dalla guerra
Conferenza ad Amsterdam: segni di pace da Aleppo, città martoriata dalla guerra
Conferenza ad Amsterdam: segni di pace da Aleppo, città martoriata dalla guerra