news

Memoria di sant'Oscar Arnulfo Romero, martire, ucciso nel 1980 sull'altare durante la celebrazione dell'Eucaristia

24 Marzo 2019

martiri

Il suo messale è custodito nel memoriale dei martiri a San Bartolomeo

Condividi su

Mons. Óscar Arnulfo Romero fu arcivescovo di San Salvador, capitale del piccolo paese centroamericano. Mons. Romero si fece in particolare “voz de los sin voz”, ossia difensore dei poveri e degli umili “senza voce” sottoposti alla spirale di violenza scatenata dal governo militare e dalle formazioni guerrigliere di opposizione. A causa del suo impegno fu ucciso da un cecchino degli squadroni della morte, mentre stava celebrando la messa nella chiesetta dell’ospedale per malati oncologici presso cui viveva. È stato proclamato santo da papa Francesco il 14 ottobre 2018 a San Pietro. 

La Comunità di Sant’Egidio, che da tanti anni è presente in Salvador accanto ai bambini con le Scuole della Pace, ai giovani, agli anziani e ai senza fissa dimora delle zone più periferiche del Paese, lo ricorda come un santo amico dei poveri e della pace fino al dono della sua vita. Grazie alla canonizzazione la sua voce, messa a tacere dalla violenza, è ora ancora più conosciuta e ascoltata e la sua memoria venerata. Come già avviene con i pellegrini che si recano nella basilica di San Bartolomeo all’Isola, a Roma - santuario dei martiri del XX e XXI secolo, affidato a Sant'Egidio da San Giovanni Paolo II - dove è conservato il messale con cui l’arcivescovo di San Salvador celebrava la liturgia.

 

 



Memoria di sant'Oscar Arnulfo Romero, martire, ucciso nel 1980 sull'altare durante la celebrazione dell'Eucaristia
Memoria di sant'Oscar Arnulfo Romero, martire, ucciso nel 1980 sull'altare durante la celebrazione dell'Eucaristia
Memoria di sant'Oscar Arnulfo Romero, martire, ucciso nel 1980 sull'altare durante la celebrazione dell'Eucaristia
Memoria di sant'Oscar Arnulfo Romero, martire, ucciso nel 1980 sull'altare durante la celebrazione dell'Eucaristia