news

Corridoi umanitari da Lesbo. Marco Impagliazzo: "L'Italia mostra di nuovo il suo volto di Paese accogliente nella legalità"

23 Settembre 2020 - ROMA, ITALIA

corridoi umanitari
Marco ImpagliazzoLesbos

Intervista - VIDEO

Condividi su

Il protocollo d'intesa tra il Ministero dell'Interno e la Comunità di Sant'Egidio, firmato il 22 settembre, apre nuovi corridoi umanitari dalla Grecia per i profughi che sono nell'isola di Lesbo e in altre situazioni nel paese e che hanno bisogno di protezione umanitaria.

Marco Impagliazzo
Presidente della Comunità di Sant'Egidio
"Tutti gli italiani hanno visto la situazione tragica in cui versano migliaia e migliaia di persone tra cui tantissimi minori non accompagnati nei campi in Grecia. L'Italia con questo protocollo mostra nuovamente il suo volto di Paese accogliente nella legalità. Il corridoio umanitario garantisce a spese dell'associazione che accoglie, dei cittadini italiani che accolgono — e non dello Stato — accoglienza e integrazione a persone che versano in situazioni veramente drammatiche perché costrette a fuggire da situazioni di gravissima crisi. Questo riempie di soddisfazione noi cittadini italiani, l'Italia stessa che in Europa si colloca come uno dei primi Paesi nello sviluppare un sistema di solidarietà che è alla base e al fondamento dell'Europa stessa"

Nuovi corridoi umanitari da Lesbo verso l’Italia: firmato l’accordo per l’accoglienza e l’integrazione di 300 rifugiati >>