news

"Ma tutto può cambiare. Dipende da ciascuno di noi". Il 2 aprile 2005 moriva Giovanni Paolo II. Il ricordo del papa Santo

2 Aprile 2021

Giovanni Paolo II
Sant'Egidio

Condividi su

Sono trascorsi 16 anni, ma è sempre vivo il ricordo dei fedeli, nonché il sentimento di gratitudine della Comunità di Sant'Egidio per il Santo papa Giovanni Paolo II, che ne ha accompagnato il cammino per quasi tre decenni.

Testimone della dolorosa storia europea del secolo scorso, Giovanni Paolo II  si è mosso sullo scenario globale e ha saputo intuire il sempre più significativo ruolo che le religioni avrebbero svolto nel futuro.

Nel 2003, ormai anziano e malato, Giovanni Paolo II dice al corpo diplomatico radunato in Vaticano: "Ma tutto può cambiare. Dipende da ciascuno di noi. Ognuno può sviluppare in sé stesso il proprio potenziale di fede. È dunque possibile cambiare il corso degli eventi". Questa è stata sempre la sua fiducia.

Video

Conversazione con Andrea Riccardi nel centenario dalla nascita di San Giovanni Paolo II (18 maggio 2020)


  

Libri

 

A. Riccardi

La santità di Papa Wojtyła

ed. San Paolo, 2014

 

 

 
 

 
 
A. Riccardi
ed. San Paolo, 2011

 

 
 
 
 
 
A. Riccardi
ed. Mondadori 2003

 

 

 

Articoli correlati

Giovanni Paolo II: un uomo di Dio dalla profonda umanità

Le parole di Giovanni Paolo II alla Comunità di Sant'Egidio

Le immagini del pranzo di Giovanni Paolo II con i poveri di Roma (15/06/2000)

"Non bisogna rassegnarsi, la guerra non è inevitabile": messaggio di Giovanni Paolo II alla Comunità di Sant'Egidio l'8 febbraio 2003 in occasione del suo 35° anniversario

Messaggio di Giovanni Paolo II per il 36° anniversario della Comunità di Sant'Egidio - 7 febbraio 2004

Riflessione su Giovanni Paolo II nel giorno della sua morte - 2 aprile 2005