news

Con dolore apprendiamo dell'esecuzione di Quintin Jones. Il perdono della famiglia della vittima e l'appello di centinaia di migliaia di persone non hanno fermato la logica di morte

20 Maggio 2021

Pena di Morte

Condividi su

Quintin aveva 41 anni. La sua è la prima esecuzione statale in Texas da luglio 2020. Per la prima volta l’esecuzione è avvenuta senza la presenza della stampa, per un errore di comunicazione, secondo quanto sostenuto dal Texas Department of Criminal Justice.
Aveva 21 anni quando è stato condannato ed ha passato 20 anni nel braccio della morte.
Il Texas Board of Pardons and Paroles ha votato per negare la clemenza a Quintin Jones ignorando sia la richiesta della famiglia della vittima - Berthena Bryant, pro-zia di Quintin - che aveva chiesto al governatore del Texas Greg Abbott di commutare la condanna a morte in ergastolo. L'appello della famiglia della vittima alla clemenza si era trasformato in una petizione che aveva ottenuto il sostegno di oltre 150.000 persone. A queste si aggiungono le migliaia di appelli raccolti anche attraverso questo sito da ogni parte del mondo.
La sorella della vittima e pro-zia di Quintin aveva chiesto clemenza per lui dicendo: "Penso che il governatore dovrebbe risparmiarlo, perché è cambiato ed è una persona diversa da una volta." Quentin ha riconosciuto che ricevere il perdono gli aveva dato la forza di cambiare: "amandomi abbastanza da perdonarmi, mi hanno dato la forza di cercare di fare meglio e di voler fare di meglio".
Un'infanzia di povertà, abbandono, abusi e la dipendenza da droghe, non sono stati considerati attenuanti nel processo. Quintin non ha incolpato le circostanze per le sue azioni. Ha sempre espresso profondo rimorso, e per molto tempo ha creduto di meritare di morire per quello che aveva fatto.
Prima dell’esecuzione Quintin ha detto: “vorrei ringraziare tutti coloro che mi hanno aiutato in questi anni per l’affetto dato e ricevuto. Sono come il cielo. L’amicizia e l’amore sono un piatto pieno di nutrimento per l’anima. Spero di lasciare a tutti ricordi belli, felicità e nessuna tristezza”.

Ieri sera, la Comunità di Sant'Egidio ha pregato per Quintin nella preghiera della sera a Santa Maria in Trastevere. Nella meditazione sul Vangelo di Matteo, 6, 7-15 don Marco Gnavi ha affermato: "II perdono è vita, l'assenza di perdono è morte". Ascolta la meditazione

Guarda il video con l'appello di Quintin al governatore Abbott

Vai alla pagina sul blog "No alla pena di morte" per maggiori informazioni