news

Una lettera del Comitato degli afghani di etnia hazara ringrazia Sant'Egidio per l'aiuto offerto nei giorni drammatici dell'evacuazione dall'Afghanistan

4 Settembre 2021

AfghanistanRifugiati

Condividi su

L'Hazara Committee in the UK, un'organizzazione senza scopo di lucro che lavora per creare una piattaforma inclusiva per tutte le comunità della minoranza hazara in Afghanistan, ha scritto una lettera alla Comunità di Sant'Egidio per ringraziare dell'aiuto ricevuto nei giorni della drammatica evacuazione da Kabul. Ne pubblichiamo i passaggi più significativi:

A nome del Comitato Hazara nel Regno Unito, desidero esprimere la nostra sincera gratitudine alla Comunità di Sant'Egidio per aver aiutato il gruppo di persone più vulnerabili, gli Hazara dell'Afghanistan, a evacuare e trovare sicurezza nel vostro Paese. I nostri ringraziamenti speciali vanno a Daniela Pompei e Monica Attias per aver lavorato 24 ore su 24 per aiutare chi ha bisogno. Non possiamo esprimere abbastanza i nostri ringraziamenti per aver salvato la vita a centinaia di Hazara che erano in grave pericolo e sono stati presi di mira dai talebani. Avete fatto un'enorme differenza nella vita di questi individui e famiglie che senza dubbio diventeranno una risorsa per la vostra comunità e il vostro paese. Il popolo Hazara non dimenticherà la vostra gentilezza durante questa crisi in cui è in discussione la nostra sopravvivenza. Che Dio vi benedica!

Voglio anche attirare la vostra attenzione sul nostro gruppo di persone che erano all'aeroporto (di Kabul) il 26 agosto 2021 ed erano sulla lista per essere evacuate ma sono state lasciate indietro. Purtroppo abbiamo perso un paio di persone nell'attacco suicida e abbiamo traumatizzato tutti coloro che erano all'aeroporto in attesa di evacuazione. Uno degli uomini uccisi nell'attentato ha lasciato moglie e cinque figli a Kabul. Come forse saprete, alle donne non è permesso lavorare nel nuovo Afghanistan e quindi la sua famiglia attualmente non ha nessuno come capofamiglia.

Inoltre, abbiamo ricevuto numerosi messaggi, e-mail e chiamate dalle persone che erano nella nostra lista ed erano presenti all'Abbey Gate dell'aeroporto il 26 agosto 2021 in attesa di evacuazione. La maggior parte di loro sono donne e bambini che sono sfuggiti alla morte per un paio di metri e sono rimasti traumatizzati e ancora più spaventati dal loro futuro in Afghanistan. Una bambina di 9 anni ha descritto la sua esperienza come "camminare su pile di cadaveri, mi sembrava di essere in un incubo dal quale era impossibile svegliarsi". Abbiamo anche avuto alcuni sopravvissuti che sono rimasti incapaci di parlare per lo shock e il trauma per diversi giorni. Questi sono solo alcuni resoconti delle esperienze traumatizzanti di alcuni dei sopravvissuti della nostra lista. Ci hanno chiamato e contattato per supplicare e supplicare di essere salvati ed evacuati dall'Afghanistan poiché le loro vite sono in grave pericolo.


Cordiali saluti,

Dr Homira May Rezai

Presidente

Hazara Committee in the UK


Nota:

Hazara Committee in the UK (HCUK), precedentemente noto come Hazara Council of Great Britain, è un'organizzazione senza scopo di lucro che lavora per creare una piattaforma inclusiva per tutte le comunità Hazara per connettersi, cooperare e integrarsi nella società più ampia. HCUK è connesso e ha accesso a oltre il 90% dei leader della comunità Hazara in tutto il Regno Unito e sta lavorando a stretto contatto con gli Hazara in Afghanistan. In quanto organizzazione fidata, riceviamo regolarmente rapporti da persone sul campo in Afghanistan sulla situazione e le atrocità commesse dai talebani e da altri gruppi.