Spettacolo per duecento su invito della comunità di Sant'Egidio

21 Giugno 2016

CarcereNapoli

Il ministro Orlando all'incontro. Il direttore: «Festa della musica anche per i detenuti»

Condividi su


Gianni Morandi è atteso, dunque, anche per un concerto «speciale» a Poggioreale prima dell'appuntamento al San Paolo. Nel primo pomeriggio si esibirà di fronte a duecento detenuti del penitenziario napoletano in un'iniziativa promossa dalla comunità di Sant'Egidio e alla presenza, in forma privata, del ministro della Giustizia Andrea Orlando.
Una visita ai carcerati nel segno della solidarietà e un pomeriggio di canzoni per allietare il tempo che in cella non passa mai e spesso con poche attività sociali e lavorative. «C'è molta soddisfazione nel momento in cui il carcere riesce a coinvolgere artisti di questo livello», commenta il direttore di Poggioreale Antonio Fullone: « Festeggiamo, così, nel migliore dei modi la giornata della musica».
«Circostanza fortuita, ma forse nulla accade per caso», precisa Antonio Mattone, responsabile regionale della Comunità di Sant'Egidio, «dobbiamo ringraziare Morandi per la disponibilità e l'umanità dimostrate, noi volontari da dieci anni organizziamo il tradizionale concerto che vuole regalare un attimo di libertà e normalità a chi vive un momento difficile».


[ ci.pro. ]