Trastevere, lo sponsor è solidale

18 Luglio 2016

Solidarietà

La Comunità di Sant'Egidio comparirà sulle maglie amaranto. Si parte il 26 luglio

Condividi su


L'iniziativa. Calcio e solidarietà si sposano a Trastevere. La società di calcio, che rappresenta uno dei più famosi quartieri di Roma, si è infatti gemellata con la Comunità di Sant'Egidio, associazioni di volontariato tra le più attive in Italia e non solo, il cui logo comparirà sulle maglie amaranto per tutto il prossimo campionato di serie D. «Con orgoglio possiamo affermare di essere la prima e unica società di calcio al mondo di poterci fregiare sulle maglie della loro scritta. Ci hanno riconosciuto come partner ideale a sostegno di quei valori etici e culturali che insieme possiamo trasmettere», spiega il presidente del club Perluigi Betturri.
Il rapporto tra il Trastevere e la Comunità di Sant'Egidio è partito nel 2004, a seguito di un'iniziativa benefica estemporanea. «Abbiamo subito condiviso gli stessi valori di solidarietà e sostegno ai più deboli e da quella volta ogni anno ripetiamo gli appuntamenti benefici. Non dimentichiamo che le due sedi oltretutto sono nel cuore di Trastevere, una affianco all'altra e questo contribuisce a sentirci ancora più vicini, grazie anche alla stretta collaborazione di Monsignor Marco Gnavi, parroco di Santa Maria in Trastevere e infaticabile tessitore di mille iniziative».
Lo stadio. I progetti per il 2016 dunque vanno avanti spediti in casa Trastevere. L'appuntamento più importante di questa estate è comunque fissato per il 25 luglio, quando ci sarà l'inaugurazione del nuovo stadio. «Speriamo di poter organizzare al più presto una gara di calcio al nuovo Trastevere Stadium con una selezione di ragazzi che fanno parte delle molteplici nazionalità della Comunità di Sant'Egidio», rivela Betturri. (.......)


[ ]