Padre Jacques: una morte che dà vita

4 Agosto 2016

Andrea Riccardi
FranciaStato Islamico

Gli assassini hanno odiato la "forza debole" di un uomo che incarnava la Chiesa del Vangelo

Condividi su


L'assalto alla chiesa di Saint-Étienne, nei pressi di Rouen in Francia, mostra - se ce n'era ancora bisogno - il volto barbaro del terrorismo islamista, che ruba la mente e il cuore a giovani sbandati. Un volto tremendamente irreligioso e disumano.
Come uccidere in nome di Dio gente che prega, colpendo un religioso, padre Jacques Hamel? I terroristi - ha detto a Notre Dame de Paris l'arcivescovo Vingt-Trois - «vogliono annunciarci un Dio di morte, un moloch che gioirebbe della morte dell'uomo e che prometterebbe il paradiso a quelli che uccidono invocando Dio».
Questa è la religione di morte che abita nei ghetti mentali dei pericolosi gruppetti di terroristi, sollecitati dalla propaganda dell'Isis. Non sono le avanguardie di un esercito che conquista l'Europa, ma terroristi che odiano la nostra vita e che ci faranno soffrire.

(continua a leggere)


[ Andrea Riccardi ]