Il nazional-cattolicesimo, un pericolo per la Chiesa. Editoriale di Andrea Riccardi sul Corriere della Sera

11 Dicembre 2019

Andrea Riccardi
Giovanni Paolo IIPapa Francesco

Impossibile traghettarsi in un’età sovranista restando uguali. Però il problema non è militare contro la Lega, ma dialogare con i timori degli italiani

Condividi su


Il fenomeno non è solo italiano ma, a dir poco, europeo. La Chiesa è ovunque sollecitata a guardare con più attenzione alla nazione e all’identità. Verso la Chiesa si leva una domanda di «nazional-cattolicesimo», già in opera nella pur secolarizzata Ungheria che proclama l’identità cristiana contro Bruxelles e parla di «invasione» di migranti e musulmani. Non solo nell’Est ma anche in Occidente, i movimenti sovranisti sono attenti ai valori e ai simboli cristiani, pur senza eccessive identificazioni. Oggi, capovolgendo la storia novecentesca, la domanda d’ideologia viene – per semplificare – da destra. E la Chiesa è sollecitata a essere una riserva di legittimazione. Si tratta di un recupero del cattolicesimo tradizionale? di una protesta contro il papa argentino?
 

Continua a leggere su Corriere.it

 

(Illustrazione di Conc)


[ Andrea Riccardi ]