Il cardinale Matteo Maria Zuppi ha preso possesso del titolo di Sant'Egidio

14 Gennaio 2020

Sant'EgidioMatteo Zuppi

Condividi su


Nel pomeriggio di sabato ii gennaio il cardinale Matteo Maria Zuppi, arcivescovo di Bologna, ha solennemente preso possesso del titolo di Sant'Egidio.
Nella chiesa romana di piazza Sant'Egidio, il porporato è stato accolto dal vicario della parrocchia di Santa Maria in Trastevere, don Francesco Tedeschi, che gli ha presentato il crocifisso per il bacio e la venerazione. Dopo aver asperso il popolo con l'acqua benedetta, il cardinale ha raggiunto il presbiterio, dove ha accolto l'indirizzo di saluto di don Tedeschi che ha anche dato lettura della bolla pontificia con la quale la chiesa di Sant'Egidio in Trastevere è stata innalzata al grado di titolo presbiterale cardinalizio e della bolla di assegnazione.
Il rito è stato diretto dal cerimoniere pontificio monsignor Diego Ravelli. Tra i presenti, gli arcivescovi Vincenzo Paglia e Agostino Marchetto; Andrea Riccardi e Marco Impagliazzo, rispettivamente fondatore e presidente della Comunità di Sant'Egidio; e Guzmàn Carriquiry Lecour, segretario incaricato della vicepresidenza della Pontificia commissione per l'America latina.
Al termine, il cardinale Zuppi si è recato nella vicina basilica di Santa Maria in Trastevere, di cui è stato a lungo parroco, per la celebrazione della messa.


[ ]