change language
você está em: home - recortes de imprensa newsletterlink

Support the Community

  

Corriere Fiorentino

26 Agosto 2017

Intervista con Andrea Riccardi. Un sacerdote ingenuo in un'Italia impaurita. Due cattolici a confronto

«L'Italia è impaurita E quel sacerdote è stato un ingenuo». Riccardi: politica incapace, servirebbe serietà

 
versão para impressão

«Siamo di fronte a un passaggio nuovo per il nostro Paese. Ci siamo sempre pensati tutti bianchi, tutti cattolici. Negli ultimi quindici anni però sta avvenendo qualcosa che ci cambia molto. E non siamo preparati sul piano culturale». Lo storico Andrea Riccardi, ministro per la cooperazione e l'integrazione sotto il governo Monti e fondatore della Comunità di Sant'Egidio, descrive un'Italia oltremodo spaventata dal fenomeno dell'immigrazione. E lancia un appello al «senso di responsabilità».
Professor Riccardi, l'immigrato, lo straniero è al centro del dibattito pubblico. Qual è il quadro reale del Paese?
«Questa transizione storica cade in un momento in cui non abbiamo più reti sociali. I sindacati sono in crisi, i partiti non ci sono più. Cosa resta? La chiesa cattolica e la scuola, poco altro. Mancano le reti che aiutino gli italiani a capire. Non si è investito in formazione, non si è aiutato gli italiani a capire. Il risultato è che la percezione del fenomeno supera il fenomeno stesso, molti hanno la sensazione che l'Italia sia invasa, si sente dire che gli
stranieri sono milioni e milioni, che sono tutti musulmani, quando in realtà non è così».
Non crede che la fragilità dell'Italia vada oltre il dato culturale?
«Con la crisi economica, la globalizzazione, il terrorismo, è caduto il senso di protezione. La gente si allarma, si sente indifesa, spaesata. E se la prende con lo straniero. Se uno perde il lavoro è convinto che sia stato l'immigrato a portarglielo via. In realtà siamo in piena crisi demografica, abbiamo bisogno di immigrazione. Lo ha spiegato di recente Tito Boeri (il presidente dell'Inps, ndr) che senza stranieri non riusciremo a continuare a finanziare le nostre pensioni. Ma servono anche per le nostre fabbriche, le nostre famiglie».
Un messaggio difficile da far passare di questi tempi.
«In realtà siamo ad un passo da un sensibile miglioramento dell'economia, avremo presto bisogno di molte nuove braccia. Non sto dicendo che dobbiamo aprire le frontiere, dovremmo invece cominciare a fare gestione dei flussi, come avviene in altri Paesi. E non mi riferisco solo ai canali umanitari, ma anche alle migrazioni

economiche. Non solo, ma bisogna fare cooperazione, perché un giorno l'Africa potrebbe diventare un problema vero se non cominciamo ad aiutarla a crescere. La Merkel, giustamente, ha parlato della necessità di un grande piano Marshall per l'Africa, da noi invece si smonta quel poco di cooperazione che c'era».
E invece i nostri politici?
«I politici dovrebbero evitare di suscitare paure e invece spesso le alimentano. La destra grida contro gli stranieri, ma quando ero ministro e ho fatto una sanatoria per 130 mila irregolari, il governo Monti era appoggiato dal Pd, da Casini e anche da Berlusconi».
Non crede che le strumentalizzazioni ci siano anche a sinistra, in parte del mondo cattolico?
«Sul caso di don Biancalani, credo che il sacerdote sia stato ingenuo. Più in generale, se parliamo della sinistra, più che di strumentalizzazioni parlerei di mancanze: ho parlato apposta di incapacità di spiegare il fenomeno dell'immigrazione, di gestire i flussi, della necessità di fare cooperazione».


 LEIA TAMBÉM
• NOTÍCIA
22 Dezembro 2017
ROMA, ITÁLIA

Andrea Riccardi foi recebido em audiência pelo Papa Francisco: corredores humanitários e paz entre os temas do encontro

IT | ES | DE | FR | PT | CA | NL | ID
22 Dezembro 2011

Andrea Riccardi - notícias de imprensa internacional

IT | ES | DE | FR | PT
14 Novembro 2011

Roma, no Auditorium Antonianum, domingo 13 de Novembro: cerimónia inaugural do novo ano lectivo da escola de língua e cultura italiana e a entrega de diplomas.

IT | ES | DE | FR | PT | CA | NL
todas as notícias
• IMPRIMIR
30 Novembro 2017
Corriere della Sera

Andrea Riccardi: Europa e giovani migranti, il futuro va creato in Africa

16 Setembro 2017
SIR

Cortile di Francesco: Riccardi, “non dare la cittadinanza significa marginalizzare”

17 Março 2017
Sette: Magazine del Corriere della Sera

Andrea Riccardi: Le politiche sulle migrazioni devono partire dai giovani africani che usano Internet e il cellulare

15 Janeiro 2018
Corriere della Sera

Andrea Riccardi. Francesco traccia la differenza tra immigrazione e invasione

12 Janeiro 2018
Il Messaggero

Roma, Riccardi: siamo al si salvi chi può

todos os press releases
• EVENTOS
3 Dezembro 2017

Incontro con Andrea Riccardi, oggi alle 12.15 e alle 20:30 a Soul, TV2000

Todas as reuniões de oração pela paz
• DOCUMENTOS

Andrea Riccardi - Oriente y Occidente - Diálogos de civilización

todos os documentos

FOTOS

1503 visitas

1529 visitas

1468 visitas

1517 visitas

1470 visitas
todos os meios de comunicação relacionados