Memoria di Gesù crocifisso

Condividi su


Lettura della Parola di Dio

Alleluia, alleluia, alleluia !

Questo è il Vangelo dei poveri,
la liberazione dei prigionieri,
la vista dei ciechi,
la libertà degli oppressi.

Alleluia, alleluia, alleluia !

Dal libro del profeta Isaia 48,17-19

Dice il Signore, tuo redentore,
il Santo d'Israele:
"Io sono il Signore, tuo Dio,
che ti insegno per il tuo bene,
che ti guido per la strada su cui devi andare.
Se avessi prestato attenzione ai miei comandi,
il tuo benessere sarebbe come un fiume,
la tua giustizia come le onde del mare.
La tua discendenza sarebbe come la sabbia
e i nati dalle tue viscere come i granelli d'arena.
Non sarebbe mai radiato né cancellato
il suo nome davanti a me".

 

Alleluia, alleluia, alleluia !

Il Figlio dell'uomo
è venuto a servire,
chi vuole essere grande
si faccia servo di tutti.

Alleluia, alleluia, alleluia !

comandi!
Il profeta ricorda al popolo di Israele, facilmente preda della tentazione di allontanarsi dal Signore per cercare altre strade, che è Dio a guidarli sulla via della salvezza. E solo lui. Tutti oggi sperimentiamo, come Israele allora, quanto è dura la vita quando viene vissuta lontano da Dio. I primi a sperimentarlo sono i più deboli, i poveri, che pagano il prezzo amaro di essere scartati e abbandonati ai margini della vita. Il profeta chiede di alzare lo sguardo da se stessi e accorgersi del Signore e del suo grande amore per noi. Dio sta vicino al suo popolo, lo accompagna e chiede di essere riconosciuto e amato. Ma quando ci si abitua a vivere senza la coscienza della presenza di Dio facilmente cediamo a una vita un po' grigia e senza senso. Abbiamo bisogno di ritornare ad ascoltare e a vedere la presenza del Signore nei nostri giorni, nelle nostre comunità, nelle nostre società, e lasciare che sia il Signore a guidare i nostri passi: li guiderà sulla via dell'amore e della pace. Attraverso la sua Parola, che non manca di inviarci, il Signore continua a parlarci per discernere nei nostri giorni la sua via: "Io sono il Signore, tuo Dio, che ti insegno per il tuo bene, che ti guido per la strada su cui devi andare" (v. 17). La fedeltà nell'ascolto della sua Parola - che in questo tempo di Avvento ci viene rivolta con particolare abbondanza - è una benedizione per la nostra vita.