Memoria della Chiesa

Condividi su

Memoria di san Venceslao (+929), venerato come martire in Boemia. Memoria di William Quijano, giovane salvadoregno della Comunità di Sant'Egidio, ucciso nel 2009 dalla violenza delle maras.


Lettura della Parola di Dio

Alleluia, alleluia, alleluia !

Io sono il buon pastore,
le mie pecore ascoltano la mia voce
e diventeranno
un solo gregge e un solo ovile.

Alleluia, alleluia, alleluia !

Dal libro degli Atti 13,1-3

C'erano nella Chiesa di Antiòchia profeti e maestri: Bàrnaba, Simeone detto Niger, Lucio di Cirene, Manaèn, compagno d'infanzia di Erode il tetrarca, e Saulo. Mentre essi stavano celebrando il culto del Signore e digiunando, lo Spirito Santo disse: "Riservate per me Bàrnaba e Saulo per l'opera alla quale li ho chiamati". Allora, dopo aver digiunato e pregato, imposero loro le mani e li congedarono.

 

Alleluia, alleluia, alleluia !

Vi do un comandamento nuovo:
che vi amiate l'un l'altro.

Alleluia, alleluia, alleluia !

La comunità cristiana sino ad ora è stata guidata dallo Spirito per crescere e rafforzarsi in mezzo al mondo ebraico. Con il capitolo 13 degli Atti, guidata sempre dallo stesso Spirito, essa si apre al mondo intero. Barnaba e Saulo iniziano il loro primo viaggio missionario. Come per Pietro, quando incontrò il centurione romano a Cesarea, così per Paolo e Barnaba, la missione non nasce per iniziativa personale, bensì per ispirazione dello Spirito Santo. Mentre infatti la comunità di Antiochia era radunata per la preghiera risuonò la voce del Signore: «Riservate per me Barnaba e Saulo per l'opera alla quale li ho chiamati». La vita dei discepoli di Gesù non è guidata semplicemente dalle decisioni degli uomini, per quanto sagge e giuste; essa sgorga sempre dall'ispirazione dello Spirito Santo. La missione del Vangelo infatti è anzitutto opera di Dio prima che essere una decisione e un'opera degli uomini. E la preghiera resta il luogo da cui scaturisce la vita per ogni comunità: è da Dio che nasce ogni cosa buona e giusta, ogni missione, ogni annuncio. È dalla preghiera infatti che sgorga anche la missione di Paolo e Barnaba, scelti non semplicemente per le loro capacità, ma per l'indicazione dello Spirito, come del resto era accaduto per gli apostoli, scelti e chiamati da Gesù direttamente. I due prescelti, indicati dal Signore e inviati dalla comunità, la rappresentano e ne sono i messaggeri. La loro autorità pertanto risiede nel legame che essi hanno con Dio attraverso quello con la comunità.