Memoria della Chiesa

Condividi su


Lettura della Parola di Dio

Alleluia, alleluia, alleluia !

Io sono il buon pastore,
le mie pecore ascoltano la mia voce
e diventeranno
un solo gregge e un solo ovile.

Alleluia, alleluia, alleluia !

Dal libro del profeta Isaia 7,10-14

Il Signore parlò ancora ad Acaz: "Chiedi per te un segno dal Signore, tuo Dio, dal profondo degli inferi oppure dall'alto". Ma Acaz rispose: "Non lo chiederò, non voglio tentare il Signore". Allora Isaia disse: "Ascoltate, casa di Davide! Non vi basta stancare gli uomini, perché ora vogliate stancare anche il mio Dio? Pertanto il Signore stesso vi darà un segno. Ecco: la vergine concepirà e partorirà un figlio, che chiamerà Emmanuele.

 

Alleluia, alleluia, alleluia !

Vi do un comandamento nuovo:
che vi amiate l'un l'altro.

Alleluia, alleluia, alleluia !

Siamo in un momento difficile per il Regno di Israele, che vive sotto la minaccia degli assiri, popolo forte e in espansione. Il re Acaz è preoccupato e si rivolge a Isaia per trovare conforto nella Parola di Dio. Isaia cerca di rassicurare il re invitandolo a porre la sua fiducia in Dio e a chiedere un segno che possa confermare la parola rivoltagli dal profeta. Ma il re - che governava in maniera arrogante e che ora è assalito dalla paura per la potenza del nemico - non si fida delle parole del profeta. E, ostentando una dubbia religiosità, ribatte al profeta che non vuole "tentare il Signore". Isaia, irritato dalla diffidenza del re, gli risponde che sarà il Signore stesso a dargli un segno: «Ecco: la vergine concepirà e partorirà un figlio, che chiamerà Emmanuele». La parola del profeta apre ad Acaz un futuro inaspettato, che comunque non si compirà nel suo tempo, ma si realizzerà per la salvezza del popolo di Israele e per quella di tutti i popoli della terra. La fede cristiana ha interpretato questo passo riferendolo alla nascita di Gesù, come leggiamo nel Vangelo di Matteo: «Tutto questo è avvenuto perché si compisse ciò che era stato detto dal Signore per mezzo del profeta: "Ecco la vergine concepirà e darà alla luce un figlio: a lui sarà dato il nome Emmanuele"» (Mt 1,22-23). Questa pagina biblica mostra il grande disegno che Dio ha per tutti i popoli della terra. È il disegno della salvezza universale di tutti i popoli che Dio affida a Gesù e ai suoi discepoli perché comunichino sino ai confini della terra "il segno di Dio", la sua presenza nel mondo.