news

Giovani rifugiati al lavoro sui treni da Milano a Napoli per promuovere l'integrazione

30 Giugno 2016 - MILANO, ITALIA

IntegrazioneLavoroRifugiati

Distribuiranno ai viaggiatori una rivista che racconta l'Italia della solidarietà

Condividi su

E' stato presentato oggi alla Stazione Centrale di Milano "Il Paese della Sera", la nuova rivista quindicinale dedicata al mondo del volontariato e del sociale, che da lunedì 27 giugno viene distribuita gratuitamente a bordo dei treni Italo in partenza la mattina da Napoli e Milano. A distribuire la rivista saranno giovani rifugiati, che grazie all'iniziativa non solo potranno iniziare un lavoro, ma contribuiranno a sensibilizzare l’opinione pubblica sui temi dell'integrazione, della solidarietà e della cittadinanza attiva. Tra i primi giovani che hanno iniziato questo lavoro ci sono Omar, 18 anni, proveniente dal Gambia, e Tajemul Hussain, pakistano di 26 anni.

L'iniziativa è frutto di un progetto sociale promosso dall'organizzazione WSC, in collaborazione con la Comunità di Sant’Egidio, Italo Treno, Fondazione Cariplo, Fondazione Bracco, sezione sociale del Corriere della Sera e Fondazione Con il Sud.

«L’opportunità offerta ai giovani e agli immigrati dal Paese della Sera rafforza la coesione sociale e il tessuto civile del nostro Paese -  ha detto il portavoce di Sant'Egidio Roberto Zuccolini - Oggi, più che mai, abbiamo bisogno di ponti, di speranza e non di paura. Lo dimostrano i corridoi umanitari per i profughi, che stiamo realizzando, come prova tutto il lavoro a favore dell'integrazione portato avanti da Sant'Egidio ormai da tanti anni».

insieme a lui sono intervenuti anche Diana Bracco, presidente della Fondazione Bracco, Andrea Faragalli, presidente NTV SPA, Sergio Urbani, direttore generale della Fondazione Cariplo e di Luca Mattiucci, responsabile della Sezione Sociale di Corriere.it, che ha presentato il primo numero de "Il Paese della Sera", con una parte dedicata ai corridoi umanitari.

Link: Il Paese della Sera