news

Giornata di riflessione sui rapporti tra ebraismo e cristianesimo: intervista a mons. Ambrogio Spreafico

17 Gennaio 2018

EbraismoCristianesimo

Condividi su

La Chiesa italiana celebra il 17 gennaio la Giornata per l’approfondimento e lo sviluppo del dialogo tra cattolici ed ebrei. Arrivato alla sua XXIX edizione, l’appuntamento si apre quest'anno alla sfida di combattere antisemitismo e pregiudizio anti-ebraico.

“L’antisemitismo e il pregiudizio antiebraico, che oggi si sposa a volte con l’antisionismo, non è per nulla morto. Basti pensare che il World Jewish Congress ha contato nel 2016 sul web ben 382mila post antisemiti, uno ogni 83 secondi. Non credo che coloro che li hanno postati siano tutti atei”. Fa questa premessa monsignor Ambrogio Spreafico, vescovo di Frosinone-Veroli-Ferentino e presidente della Commissione Cei per l’ecumenismo e il dialogo, per spiegare l’importanza che riveste oggi la Giornata per l’approfondimento e lo sviluppo del dialogo tra cattolici ed ebrei. Viene celebrata tutti gli anni dalla Chiesa italiana il 17 gennaio (alla vigilia della Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani) e nel 2018 è arrivata alla XXIX edizione (continua a leggere)

Per l'occasione Edizioni San Paolo e Comunità di Sant'Egidio presentano SIAMO QUI, SIAMO VIVI. Il diario inedito di Alfredo Sarano e della famiglia scampati alla Shoah.

GIOVEDÌ 18 GENNAIO - ORE 17:30
Cripta della Basilica di San Bartolomeo all'Isola
Piazza di San Bartolomeo all'Isola 22, Roma


Intervengono:

Riccardo Di Segni, Rabbino capo di Roma
Miriam Haiun, Direttrice del Centro di cultura ebraica di Roma
Marco Impagliazzo, Ordinario di Storia contemporanea, Presidente della Comunità di Sant'Egidio
Antonio Rizzolo, Direttore di Famiglia Cristiana, Jesus e Credere
Roberto Mazzoli, Curatore del libro

Modera:

Angelo Romano, Direttore della Basilica di San Bartolomeo