news

La Scuola di lingua e cultura italiana, un fattore di inclusione e integrazione. #5ottobre, Giornata Mondiale degli Insegnanti

5 Ottobre 2020

Scuola di lingua
Educazione

Condividi su

Il 5 ottobre di ogni anno si tiene la Giornata Mondiale degli Insegnanti, promossa dall'Unesco, nata con lo scopo di mobilitare il sostegno agli insegnanti e di garantire che i bisogni educativi delle future generazioni continuino ad essere soddisfatte dai docenti.
Questa giornata è un tempo utile per ricordare quanto importante sia la scuola nello sviluppo di ogni paese. Lo sanno bene i bambini e i ragazzi italiani, che a causa della pandemia hanno visto chiudersi le proprie scuole per quasi 4 mesi. La scuola e con essa gli insegnanti sono al centro anche degli obiettivi dello Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030 delle Nazioni Unite; l'obiettivo numero 4 è infatti quello di "Fornire un'educazione di qualità, equa ed inclusiva e opportunità di apprendimento per tutti".
Nella XXVI Edizione di questa giornata, portiamo la testimonianza di una scuola particolare, dove tanti, giovani e meno giovani, nuovi italiani studiano per costruire giorno dopo giorno il proprio percorso di integrazione nel nostro paese. Si tratta della Scuola di Cultura e Lingua Italiana promossa della Comunità di Sant'Egidio a Roma, a Napoli, a Genova e in tante altre città italiane.
Sono infatti riprese, a Roma, le lezioni di Lingua e Cultura Italiana presso la nuova sede della scuola a Palazzo Leopardi. I corsi, dal livello A1 principiante al livello C1, sono organizzati in presenza e contemporaneamente online. Gli studenti iscritti sono già più di 700 e le iscrizioni continueranno nei prossimi mesi.  La modalità online, iniziata prima come necessità per continuare a seguire gli studenti anche durante il periodo di lockdown, si è rivelata molto utile adesso, per allargare la partecipazione anche a chi non risiede nel nostro paese e intende ugualmente imparare la nostra lingua.
La scuola ha iniziato anche a consegnare i diplomi del Corso di Alta Formazione per mediatori per l’intercultura sociale in Europa; nei prossimi giorni continueranno le “feste" per la consegna dei diplomi di certificazione linguistica.
Un’altra novità di quest'anno è che la scuola, in tempi di continua allerta per la pandemia, vuole essere uno spazio di informazione e prevenzione sanitaria. Per questo medici esperti hanno affiancato gli insegnanti di lingua per offrire lezioni di educazione sanitaria e prevenzione, riguardanti la diffusione dei vari virus, la prevenzione delle infezioni e in particolare del Covid-19 e l’importanza delle vaccinazioni.
Dalla Scuola di Lingua e Cultura Italiana parte un augurio a tutti gli insegnanti perché con il loro lavoro costruiscano una scuola che, come diceva Zygmunt Bauman, nella società liquida di oggi "sappia aprire alla speranza per un futuro migliore".



La Scuola di lingua e cultura italiana, un fattore di inclusione e integrazione. #5ottobre, Giornata Mondiale degli Insegnanti
La Scuola di lingua e cultura italiana, un fattore di inclusione e integrazione. #5ottobre, Giornata Mondiale degli Insegnanti
La Scuola di lingua e cultura italiana, un fattore di inclusione e integrazione. #5ottobre, Giornata Mondiale degli Insegnanti
La Scuola di lingua e cultura italiana, un fattore di inclusione e integrazione. #5ottobre, Giornata Mondiale degli Insegnanti
La Scuola di lingua e cultura italiana, un fattore di inclusione e integrazione. #5ottobre, Giornata Mondiale degli Insegnanti
La Scuola di lingua e cultura italiana, un fattore di inclusione e integrazione. #5ottobre, Giornata Mondiale degli Insegnanti