MUNKA ÉS FOGYATÉKOSSÁG

Ossza Meg

Il lavoro è nella vita di tutti una realtà importante, ma per chi è disabile assume una valenza ulteriore: libera le migliori energie e restituisce dignità.
Oggi trovarlo non è facile per nessuno e parlare di inserimento di persone con disabilità può sembrare quasi un lusso o un problema da affrontare in tempi migliori.
Ma la difficoltà a trovare un lavoro è proprio uno dei sintomi della mancata inclusione sociale delle persone con disabilità, anche se in Italia da anni esiste una legge la n. 68 del 1999 che garantisce l’inserimento lavorativo.
Il lavoro rimane un sogno segreto che potrebbe dare sapore alla vita e diventare, come per tutti, una opportunità unica per il proprio futuro.

Sin dall’inizio la Comunità di Sant’Egidio nell’amicizia con le persone con disabilità ha cominciato a farsi carico delle difficoltà e delle attese di ognuno e uno dei problemi affrontati è stato quello del lavoro. L’esperienza ricorrente era quella della formazione infinita: tirocini o corsi di formazione che alla fine non portavano a nessuno sbocco lavorativo.
Il sogno era quello di un futuro diverso da costruire insieme, disabili e non, amici, che hanno preso sul serio una profonda domanda di aiuto.
Per provare a rispondere a questa domanda nel 1991 è stata costituita una   cooperativa sociale la Società Cooperativa sociale “Pulcinella - Lavoro” a r.l.,  con la finalità di  favorire l’inserimento lavorativo, aprendo a Trastevere un piccolo locale dove quattro disabili con i loro amici di Sant’Egidio hanno affrontato la sfida al mondo del lavoro.
La scelta di investire nel campo della ristorazione si è rivelata adeguata e ha permesso negli anni di allargarsi: nel 1998 il locale  si  sposta nella sede attuale di Piazza di S. Egidio, dove nasce la Trattoria de Gli Amici.

Ristorazione di qualità in un ambiente umano accogliente. Questa è la “Trattoria de Gli Amici”. Il suo menù reinterpreta la tradizione romana con alcune note originali.
Attualmente sono 13 i disabili che lavorano nel locale: alcuni in cucina collaborando con lo chef;  altri impegnati nel servizio in sala. Un gruppo di persone della Comunità di Sant’Egidio collabora in forma volontaria nella gestione del ristorante e affianca i disabili impiegati nella Trattoria.
Ma far lavorare le persone con disabilità è un vantaggio. I disabili sono il cuore dell’iniziativa e, con il loro tratto umano simpatico e l’amore per il lavoro la caratterizzano ed offrono al ristorante un’identità che lo rende attraente e competitivo. Redditività, concorrenza, produttività sono elementi presenti all’interno della Trattoria, e  sono gli stessi di qualsiasi luogo di lavoro, ma c’è un ingrediente in più, l’amicizia, che ha un effetto sorprendentemente dirompente. Le domande che sono sul dorso delle magliette dei camerieri: “Capace? Idoneo? Abile?” potrebbero essere rivolte a tutti, e la risposta, sul petto: “Amico” (semplicemente Amico) esprime in maniera sintetica una nuova cultura e una nuova concezione di disabilità

Negli anni, in molti non solo in Italia si sono ispirati all'esperienza della Trattoria degli Amici ed al suo mix di coraggio imprenditoriale e di innovazione sociale. E la trattoria è diventata un modello e un centro di formazione.
Credere nelle potenzialità di crescita e di perfezionamento delle persone con disabilità significa infatti investire nella formazione. Sin dall’inizio sono stati organizzati numerosi corsi che hanno coinvolto oltre 200 disabili provenienti da ambiti diversi: dalla scuola alberghiera, dai servizi del territorio e da associazioni che si occupano di disabilità. Ogni corso si conclude con uno stage presso la Trattoria de Gli Amici. Numerosi degli stagisti sono oggi impiegati presso mense, ristoranti e altri locali.
 

La “Trattoria de Gli Amici” è un ristorante realizzato dalla Comunità di Sant’Egidio, dove lavorano persone con disabilità assieme ad amici professionisti e  non.

L’obiettivo è offrire ai disabili la possibilità di un lavoro, ma anche creare  un’impresa di successo, rendendo,  nell’amicizia,  la disabilità  una risorsa.
E’ molto importante la formazione, intesa anche come valorizzazione delle abilità e delle disabilità. Molti sono stati, infatti, i corsi di formazione professionale tenuti presso la  Trattoria.


Scarica in pdf la brochure sulla Trattoria de Gli Amici e i Corsi di Formazione

L’esperienza della “Trattoria de Gli Amici” ha fatto emergere con chiarezza che i disabili sono una risorsa nella nostra società.
Essi possono lavorare in modo professionale con motivazione e produttività e offrire il loro contributo alla costruzione di una società a misura d’uomo.
La nostra proposta è quella di lavorare insieme per creare opportunità di lavoro e diffondere una nuova cultura della disabilità.
Questi incontri sono l’occasione per riflettere, a partire da esperienze e prospettive diverse (di associazioni, istituzioni, imprenditori, ecc.) su un lavoro di qualità che sia veramente inclusivo.