Liliana Segre, quando il Vaticano cercò di venirle in soccorso

28 Luglio 2020

Andrea Riccardi
AntisemitismoGuerra

Esponenti della Santa Sede, compreso il futuro Papa Paolo VI, chiesero invano notizie ai nazisti. Gli zii materni di Liliana avevano cercato l’aiuto delle autorità ecclesiastich

Condividi su


Una delle tante storie dolorose degli ebrei durante la Seconda guerra mondiale ha lasciato una traccia nell’Archivio Apostolico Vaticano, recentemente aperto proprio per quegli anni. Potrebbe confondersi tra la gran mole di testi sulla vicenda, se non manifestasse la tenacia degli affetti che lottano a mani nude contro la macchina implacabile dello sterminio. Riguarda un personaggio noto, la senatrice a vita Liliana Segre, deportata con suo padre Alberto a Auschwitz, da una Milano che la senatrice definisce immersa nell’«indifferenza».

Continua a leggere sul Corriere della Sera »

 


[ Andrea Riccardi ]