Le attività di solidarietà della Comunità di Sant'Egidio sono realizzate grazie al lavoro di volontari

Aiutaci ad aiutare 

il tuo contributo può fare la differenza per tanti

      


change language
sei in: home - amicizia...i poveri - homeless...a strada - genti di pace contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

 

Genti di Pace


 
versione stampabile

Il movimento Genti di Pace

Genti di Pace è un movimento internazionale, promosso dalla Comunità di Sant’Egidio, nato a Roma nel 1999.

Vi partecipano uomini e donne diverse. Attualmente, sono oltre 10.000 persone che ne fanno parte in Italia, Belgio e Germania, provengono da 95 paesi.

Alcuni hanno lasciato la loro terra spinti da guerre e persecuzioni; altri in cerca di un futuro migliore per sé e la loro famiglia.

Genti di Pace è una risposta per uscire dall’emergenza dell’immigrazione favorendo l’integrazione, la solidarietà, nel rispetto delle differenti tradizioni culturali e religiose.

Contrasta la dispersione e l’anonimato che accompagna l’immigrazione dal sud e dall’est in Europa non su base etnica o nazionale, ma con una proposta che avvicina europei e immigrati e scioglie in radice il rischio di contrapposizioni e diffidenza.

Al centro è il sogno e il progetto che nessuno sia più straniero e che le diversità non costituiscano motivo di conflitto o intolleranza ma un’occasione per scoprire il valore dell’incontro con l’altro.

Nel movimento questo si realizza nella solidarietà verso chi è in difficoltà e nell’impegno attivo, non violento, contro ogni forma di razzismo e intolleranza.

I membri del movimento si riconoscono in un manifesto dallo stesso titolo “Genti di Pace” 
(il Manifesto, per chi lo condividesse, può essere sottoscritto senza impegno, come forma di sostegno morale, via e-mail). 


NEWS CORRELATE
6 Luglio 2015
CATANIA, ITALIA

Il Ministro della Difesa tedesco ai nuovi europei di Sant'Egidio a Catania: "il vostro modello è più efficace perché umano"


Ursula von der Leyen in visita nella città siciliana incontra i ragazzi migranti dei Giovani per la Pace
IT | ES | DE
26 Giugno 2015
Comunicato Stampa

Vertice di Bruxelles sui migranti condizionato da egoismi e paure ingiustificate. Si rispettino i trattati europei


L'Europa è nata su ideali di difesa dei diritti e di accoglienza, sanciti da diversi trattati internazionali. Sant'Egidio chiede che si punti sull'integrazione
IT | ES | FR
22 Giugno 2015

A Milano e a Napoli la memoria dei migranti morti nei viaggi della speranza #WorldRefugeeDay


Fotogallery
20 Giugno 2015
COMUNICATO STAMPA

Nella Giornata Mondiale del Rifugiato non dimentichiamo le guerre all'origine degli arrivi sulle nostre coste


Convegno su Seyfo, la strage dimenticata di siriaci, caldei e assiri di un secolo fa. Arrestare gli attuali conflitti che stanno replicando ai giorni nostri gli stessi orrori. La responsabilità della comunità internazionale. Sant’Egidio lancia 5 proposte per i profughi
IT | ES | DE | FR
19 Giugno 2015
Giornata Mondiale dei Rifugiati

Sant'Egidio prega per i migranti e chiede una tregua dal linguaggio offensivo ed emergenziale. Il dramma delle morti e il diritto alla speranza


Nella basilica di Santa Maria in Trastevere ieri e in molte altre chiese italiane e europee nei prossimi giorni, il ricordo di coloro che perdono la vita nei viaggi alla ricerca di una vita migliore
IT | ES | DE | CA
18 Giugno 2015
ROMA, ITALIA

Morire di speranza: Oggi la veglia di preghiera in memoria dei migranti vittime dei viaggi verso l'Europa


Presieduta dal card. Antonio M.Vegliò, presidente del Pontificio Consiglio per i Migranti. Basilica di Santa Maria in Trastevere, ore 18:30
tutte le news correlate

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
4 Luglio 2015
Il Secolo XIX
Migranti, si estende la rivolta dei sindaci
4 Luglio 2015
La Repubblica - Ed. Roma
A piazza Bologna le "pulizie straordinarie" di studenti, migranti e cittadini
3 Luglio 2015
La Stampa
A Roma la paura si vince con una partita a calcetto
2 Luglio 2015
Città Nuova online
L’accoglienza possibile senza armi e senza muri
2 Luglio 2015
La Repubblica.it
Rubattino, 42 famiglie rom tolte dalle baracche: non con le ruspe, ma con scuola, casa e lavoro
tutta la rassegna stampa correlata

FOTO

793 visite

791 visite

853 visite

798 visite

776 visite
tutta i media correlati