Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

change language
sei in: home - preghiera - preghier...i giorno contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  

Preghiera ogni giorno


 
versione stampabile

Icona del Santo Volto
Chiesa di Sant'Egidio - Roma

 

Festa di sant'Egidio, monaco dell'Oriente giunto in Occidente. Visse in Francia e divenne padre di molti monaci. La Comunità di Sant'Egidio ha preso il nome dalla chiesa a lui dedicata a Roma. Si ricorda l'inizio della seconda guerra mondiale: preghiera per la fine di tutte le guerre. La Chiesa ortodossa inizia l'anno liturgico. Giornata mondiale di preghiera per la cura del creato.


Lettura della Parola di Dio

Alleluia, alleluia, alleluia !

Io sono il buon pastore,
le mie pecore ascoltano la mia voce
e diventeranno
un solo gregge e un solo ovile.

Alleluia, alleluia, alleluia !

Dalla prima lettera di Paolo ai Corinzi 3,18-23

Nessuno si illuda. Se qualcuno tra voi si crede un sapiente in questo mondo, si faccia stolto per diventare sapiente, perché la sapienza di questo mondo è stoltezza davanti a Dio. Sta scritto infatti: Egli fa cadere i sapienti per mezzo della loro astuzia. E ancora: Il Signore sa che i progetti deisapientisono vani.
Quindi nessuno ponga il suo vanto negli uomini, perché tutto è vostro: Paolo, Apollo, Cefa, il mondo, la vita, la morte, il presente, il futuro: tutto è vostro! Ma voi siete di Cristo e Cristo è di Dio.


 

Alleluia, alleluia, alleluia !

Vi do un comandamento nuovo:
che vi amiate l'un l'altro.

Alleluia, alleluia, alleluia !

"Tutto è vostro!" ripete l'apostolo ben due vote in soli due versetti. È una verità che può sembrare esagerata, o comunque astratta, agli occhi di chi si affatica per ottenere un po' di gloria davanti agli uomini, cercando di meritarsela con bravura o con astuzia. È una fatica vana costruire per se stessi, dal momento che, quanto più è desiderabile è già nelle nostre mani perché tutto abbiamo ricevuto da Dio, sin da ora. E la vera sapienza è riconoscere questo grande dono che abbiamo ricevuto: "tutto è vostro: Paolo, Apollo, Cefa, il mondo, la vita, la morte, il presente, il futuro: tutto è vostro". Sì, tutto è nostro. Certo, ci è stato donato - e gratuitamente - l'intero tesoro della salvezza. Non è frutto di nostri sforzi o di nostre conquiste per cui potremmo gloriarcene. Stiamo attenti a non ingannarci. È una tentazione che spesso si affaccia nella mente e nel cuore dei credenti. Noi tutto abbiamo ricevuto da Dio: il Vangelo dell'amore, i fratelli e le sorelle della Chiesa ed assieme anche il futuro nostro e del mondo. La vera sapienza è accogliere questo mistero di Dio per il mondo intero di cui per grazia siamo divenuti partecipi. È un mistero da accogliere, da custodire e da comunicare ovunque nel mondo senza stancarci mai. Può essere facile per i discepoli dimenticare che sono servi, e non padroni, e magari non sentire l'urgenza di comunicare tale mistero sino ai confini della terra. È indispensabile accogliere la visone del disegno di Dio di cui siamo servitori, allontanando ogni tentazione di ripiegamento e di pigrizia. L'apostolo, in maniera sintetica, scrive: "Voi siete di Cristo e Cristo è di Dio". È un'affermazione che scardina ogni ripiegamento: la Chiesa oggi è chiamata a guardare la meta finale, Dio stesso, e seguire Gesù perché il mondo intero, la storia degli uomini sia diretta verso il Padre che sta nel cielo. Il Signore Gesù, il primogenito, ci sta davanti perché tutti accogliamo il disegno di salvezza per il mondo intero.


01/09/2016
Preghiera per la Chiesa


Calendario della settimana
DIC
4
domenica 4 dicembre
Liturgia della domenica
DIC
5
lunedì 5 dicembre
Preghiera per i malati
DIC
6
martedì 6 dicembre
Preghiera con Maria, madre del Signore
DIC
7
mercoledì 7 dicembre
Preghiera con i Santi
DIC
8
giovedì 8 dicembre
Festa dell'Immacolata Concezione di Maria
DIC
9
venerdì 9 dicembre
Preghiera della Santa Croce
DIC
10
sabato 10 dicembre
Vigilia del giorno del Signore
DIC
11
domenica 11 dicembre
Liturgia della domenica

Per Natale, regala il Natale! Aiutaci a preparare un vero pranzo in famiglia per i nostri amici più poveri