Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
1 Luglio 2016

Recuperati i resti delle vittime del terribile naufragio dell'aprile 2015: un atto di alta umanità

La Comunità di Sant'Egidio esprime il proprio apprezzamento: "è un gesto di rispetto per i tanti migranti che in quella notte morirono in mare. Urgenti i corridoi umanitari per evitare nuove tragedie nel Mediterraneo"

 
versione stampabile

La Comunità di Sant’Egidio esprime il suo apprezzamento per il recupero delle vittime del naufragio avvenuto tra il 18 e il 19 aprile 2015, deciso dal governo italiano. Si tratta di un atto di alta umanità e rispetto per i tanti che in quella notte non ce l’hanno fatta a raggiungere l’Europa, in quella che potrebbe essere stata la più grande tragedia dell’immigrazione nel Mediterraneo, con circa 700 morti, compresi i dispersi.

Il recupero del relitto, trasportato nel porto di Augusta, è un significativo gesto di misericordia nell’anno del Giubileo indetto da Papa Francesco. Potrà portare infatti, con l’impegno di tanti, all’identificazione di una parte delle vittime di quella notte - i cui corpi sono stati ritrovati a bordo – e a una loro degna sepoltura, così come deciso dalle autorità italiane.

Di fronte al ricordo di quella tragedia e al ripetersi di tanti altri drammi, ad un ritmo ormai quotidiano, Sant’Egidio invoca misure urgenti che si basino sul modello, ormai sperimentato, dei corridoi umanitari.


 LEGGI ANCHE
• NEWS
24 Febbraio 2017
BUDAPEST, UNGHERIA

Appello di Sant'Egidio al Parlamento ungherese: si fermi l'iter di una legge lesiva dei diritti di migranti e minori

IT | DE | FR
24 Febbraio 2017

Un anno di corridoi umanitari: Nuovi arrivi e Conferenza Stampa a Fiumicino lunedì 27/2

IT | FR
23 Febbraio 2017

Manca poco: da lunedì nuovi arrivi con i #corridoiumanitari. E saranno 700 salvati dalla guerra e dai viaggi in mare

IT | ES | DE | FR | PT
22 Febbraio 2017

La nostra comune risposta alle migrazioni è in quattro verbi: accogliere, proteggere, promuovere e integrare.

IT | DE | FR
18 Febbraio 2017

Papa Francesco all'Università di Roma Tre con studenti e rifugiati. Il racconto dei Giovani per la Pace

IT | FR
8 Febbraio 2017

Sant'Egidio, 49 anni: un appello per una cultura della pace e solidarietà con i poveri #periferiealcentro

IT | ES | DE | FR | CA | RU
tutte le news
• STAMPA
23 Febbraio 2017
Main-Post

Abschiebung in die Ungewissheit

18 Febbraio 2017
L'Unità

Corridoi umanitari. Il «made in Italy» della solidarietà

8 Febbraio 2017
FarodiRoma

Corridoi umanitari. 30 famiglie siriane da papa Francesco

1 Febbraio 2017
L'Osservatore Romano

Speciale accoglienza

1 Febbraio 2017
RomaSette.it

Modesta, povera tra i poveri, «ha aiutato a toccare i cuori»

31 Gennaio 2017
Avvenire

L'iniziativa. Corridoi, non muri: accolti 40 profughi

tutta la rassegna stampa
• EVENTI
10 Febbraio 2017 | UDINE, ITALIA

Presentazione del progetto dei corridoi umanitari

tutti gli Incontri di Preghiera per la Pace
• DOCUMENTI

Appello al Parlamento ungherese sui profughi e i minori richiedenti asilo

Medì 2016: I RELATORI

Medì 2016: PROGRAMMA

SCHEDA: Cosa sono i corridoi umanitari

Omelia di S.E. Card. Antonio Maria Vegliò alla preghiera "Morire di Speranza". Lampedusa 3 ottobre 2014

tutti i documenti
• LIBRI

Le città vogliono vivere





Giuliano Ladolfi Editore
tutti i libri