Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
20 Agosto 2016 | BUDAPEST, UNGHERIA

Al confine tre Serbia e Ungheria, i profughi diventano "maestri di vita" per gli universitari ungheresi

 
versione stampabile

Qualche giorno fa, all'inizio di agosto, alcuni rappresentanti della comunitá di Budapest hanno partecipato a una tavola rotonda sulla „crisi delle migrazioni” organizzata a Szeged (a 10 chilometri dal confine con la Serbia) nell’ambito di un congresso estivo per studenti universitari provenienti da tutta l’Ungheria.

Commossi da ció che hanno sentito, alcuni studenti si sono uniti ai rappresentanti della Comunitá di Sant'Egidio ed hanno visitato i profughi che aspettano di entrare nell’Ungheria, ammasati tra il confine serbo e ungherese a Tompa. Hanno portato aiuti alimentari, impermeabili e zaini raccolti dopo la GMG di Cracovia, giocattoli e altri generi utili.

Al confine sono stati raggiunti da un gruppo di un'altra comunità di Sant'Egidio ungherese, quella di Pécs che hanno portato degli estintori. Infatti le tende costruite di stracci e coperte, nel caldo estivo prendono fuoco facilmente dai fornelli che si usano per cucinare. L'incontro con i profughi non è solo aiuto, ma apre al dialogo: un uomo arrivato da Aleppo con la madre, la moglie e due bambini ha raccontato di essere bloccato da un mese al confine serbo-ungherese. Un altro capofamiglia con 4 figli ha raccontato che sono partiti dalla Siria 6 mesi fa e sono arrivati fin qui a piedi attraversando i paesi balcanici.

L’incontro personale, commovente, con queste persone bisognose aiuta i giovani a "ragionare con la propria testa" e a reagire alla pesante propaganda xenofoba che in questi mesi si fa sempre più forte in Ungheria.


 LEGGI ANCHE
• NEWS
7 Dicembre 2016
LONDRA, REGNO UNITO

A Londra c'è una tavola apparecchiata per i poveri, si chiama ''Our Cup of Tea''. Il video della BBC

IT | EN | DE | FR | PT | HU
6 Dicembre 2016
GINEVRA, SVIZZERA

Sant’Egidio diventa Osservatore permanente al Consiglio dell'Organizzazione Internazionale per le Migrazioni

IT | ES | DE | FR | PT
5 Dicembre 2016

Salvare vite umane dalla guerra in Siria si può: con i #corridoiumanitari

IT | ES | PT | CA
2 Dicembre 2016
ROMA, ITALIA

Ecco i volti e le voci dei profughi siriani fuggiti dalla guerra, oggi in Italia con i #corridoiumanitari

IT | ES | DE | FR | PT | CA | RU | HU
30 Novembre 2016
CATANIA, ITALIA

Al CARA di Mineo si celebra l'inizio dell'Avvento con i richiedenti asilo

23 Novembre 2016
BARCELLONA, SPAGNA

L'integrazione dei profughi è un segno del Giubileo: la storia di Diana, giovane rifugiata da Aleppo a Barcellona

IT | ES | CA | HU
tutte le news
• STAMPA
9 Dicembre 2016
Avvenire

I numeri del 2016. La maggior parte dei migranti proviene dall'Africa Sub-Sahariana

6 Dicembre 2016
Vatican Insider

Migranti, Sant’Egidio Osservatore permanente presso l’OIM

4 Dicembre 2016
Vatican Insider

Profughi, un nuovo corridoio umanitario con l’Etiopia

3 Dicembre 2016
Avvenire

Corridoi umanitari, quota 500 Arrivano da Homs e Aleppo

2 Dicembre 2016
Redattore Sociale

Migranti, in 500 arrivati con i corridoi umanitari: "L'unica alternativa"

1 Dicembre 2016
OnuItalia

Corridoi umanitari: 40 profughi a Fiumicino; Sant’Egidio, modello per Europa

tutta la rassegna stampa
• EVENTI
14 Dicembre 2016 | GENOVA, ITALIA

Volevo un posto dove ci fosse la pace - I rifugiati si raccontano

tutti gli Incontri di Preghiera per la Pace
• DOCUMENTI

SCHEDA: Cosa sono i corridoi umanitari

Gli aiuti umanitari in Siria e Libano

Omelia di S.E. Card. Antonio Maria Vegliò alla preghiera "Morire di Speranza". Lampedusa 3 ottobre 2014

Omelia di S.E. Card. Vegliò durante la preghiera "Morire di speranza"

Nomi e storie delle persone ricordate durante la preghiera "Morire di speranza". Roma 22 giugno 2014

tutti i documenti

Per Natale, regala il Natale! Aiutaci a preparare un vero pranzo in famiglia per i nostri amici più poveri