Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
12 Dicembre 2016 | TOMPA, UNGHERIA

I regali di Sant'Egidio ai bambini profughi che aspettano il Natale al confine tra la Serbia e l'Ungheria

Consegnati giochi, aiuti alimentari e legna per il riscaldamento alle famiglie profughe bloccate lungo la frontiera verso l'Europa

 
versione stampabile

A pochi giorni dal Natale una delegazione della Comunità di Sant'Egidio dell'Ungheria è tornata a visitare i profughi accampati lungo il confine che separa la Serbia dall'Unione Europea, nei pressi delle città ungheresi di Tompa e Röszke. Negli ultimi mesi la situazione è peggiorata: circa 120 persone, tra cui 35 bambini, vivono in ripari di fortuna in un luogo dove di notte il termometro segna fino a 6 gradi sotto lo zero. A rendere ancora più difficile la situazione è l'allungamento dei tempi di attesa per l'ingresso dei profughi nella zona di transito che dà accesso al territorio dell'Unione: le autorità ungheresi hanno ridotto il numero degli ingressi giornalieri consentiti.

Attraversando la frontiera a Tompa, verso la Serbia, non si vedono più le tende di plastica di cui abbiamo raccontato nei mesi scorsi: la polizia serba ha sgomberato l'accampamento dei profughi, che ora vivono nascosti dietro a un palazzo abbandonato non lontano dal confine.

Con l'aiuto del personale dell'UNHCR, l'unico ente autorizzato ad accedere alla zona di transito tra Serbia e Ungheria, la Comunità di Sant'Egidio ha consegnato ai profughi quintali di legna per riscaldarsi, insieme ad aiuti alimentari e regali di Natale per i bambini.


 LEGGI ANCHE
• NEWS
28 Luglio 2016
RÖSZKE, UNGHERIA

Gli aiuti di Sant'Egidio alle famiglie di profughi al confine tra Serbia e Ungheria, che cercano la pace in Europa

IT | ES | FR | PT
30 Settembre 2015
UNGHERIA

Sant'Egidio con i profughi in Ungheria: i muri crollano con la solidarietà

IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA
16 Settembre 2015
BUDAPEST, UNGHERIA

Sant'Egidio in Ungheria risponde all'appello del papa e accoglie i profughi in transito per Budapest

IT | EN | ES | DE | FR | HU
17 Giugno 2015
ROMA, ITALIA

Profughi, Sant'Egidio: il degrado non è di chi fugge dalle guerre, ma di chi non è capace di accogliere e integrare

IT | ES | FR
6 Luglio 2017
ROMA, ITALIA

Madri e figli rifugiati: dall'accoglienza all'inclusione. Non un'utopia ma una realtà possibile

28 Gennaio 2017

Profughi, corridoi umanitari: lunedì mattina altri 40 arrivi a Fiumicino

IT | DE | FR
tutte le news
• STAMPA
24 Giugno 2017
Magyar Kurir

„Akik a remény útján haltak meg” – Ökumenikus imaórát tartottak Budapesten a menekültekért

12 Luglio 2016
OSCE

Beyond Good Intentions: Creating Safe Passage to Italy

17 Settembre 2017
La Vanguardia

Corredores de paz

6 Luglio 2017
Vida Nueva

Francia ya cuenta con su corredor humanitario para refugiados

20 Novembre 2016
Catalunya Cristiana

«Ser refugiada és començar de zero»

tutta la rassegna stampa
• DOCUMENTI

L'omelia di Mons. Marco Gnavi alla preghiera Morire di Speranza, in memoria dei profughi morti nei viaggi verso l'Europa

Appello al Parlamento ungherese sui profughi e i minori richiedenti asilo

SCHEDA: Cosa sono i corridoi umanitari

Omelia di S.E. Card. Antonio Maria Vegliò alla preghiera "Morire di Speranza". Lampedusa 3 ottobre 2014

Omelia di S.E. Card. Vegliò durante la preghiera "Morire di speranza"

tutti i documenti

FOTO

112 visite

117 visite

126 visite

121 visite

112 visite
tutta i media correlati