Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
12 Dicembre 2016 | TOMPA, UNGHERIA

I regali di Sant'Egidio ai bambini profughi che aspettano il Natale al confine tra la Serbia e l'Ungheria

Consegnati giochi, aiuti alimentari e legna per il riscaldamento alle famiglie profughe bloccate lungo la frontiera verso l'Europa

 
versione stampabile

A pochi giorni dal Natale una delegazione della Comunità di Sant'Egidio dell'Ungheria è tornata a visitare i profughi accampati lungo il confine che separa la Serbia dall'Unione Europea, nei pressi delle città ungheresi di Tompa e Röszke. Negli ultimi mesi la situazione è peggiorata: circa 120 persone, tra cui 35 bambini, vivono in ripari di fortuna in un luogo dove di notte il termometro segna fino a 6 gradi sotto lo zero. A rendere ancora più difficile la situazione è l'allungamento dei tempi di attesa per l'ingresso dei profughi nella zona di transito che dà accesso al territorio dell'Unione: le autorità ungheresi hanno ridotto il numero degli ingressi giornalieri consentiti.

Attraversando la frontiera a Tompa, verso la Serbia, non si vedono più le tende di plastica di cui abbiamo raccontato nei mesi scorsi: la polizia serba ha sgomberato l'accampamento dei profughi, che ora vivono nascosti dietro a un palazzo abbandonato non lontano dal confine.

Con l'aiuto del personale dell'UNHCR, l'unico ente autorizzato ad accedere alla zona di transito tra Serbia e Ungheria, la Comunità di Sant'Egidio ha consegnato ai profughi quintali di legna per riscaldarsi, insieme ad aiuti alimentari e regali di Natale per i bambini.


 LEGGI ANCHE
• NEWS
19 Giugno 2017

Giornata Mondiale del Rifugiato 2017. Dichiarazione ecumenica congiunta: superare la paura dello straniero

IT | EN | ES | DE
21 Giugno 2017
ROMA, ITALIA

Morire di Speranza: preghiera in memoria di quanti perdono la vita nei viaggi verso l'Europa

IT | ES | DE | FR | CA | HU
12 Giugno 2017
ITALIA

Da profughi e migranti un gesto di vicinanza e solidarietà con le vittime del terremoto di Amatrice

22 Giugno 2017
ROMA, ITALIA

Non si può Morire di Speranza! A Santa Maria in Trastevere la memoria dei profughi morti nei viaggi verso l'Europa

IT | FR
22 Giugno 2017
ROMA, ITALIA

Il video della preghiera Morire di Speranza a Santa Maria in Trastevere

IT | FR
20 Giugno 2017

Giornata Mondiale del Rifugiato: una storia che indica la strada della speranza #WithRefugees #FaithOverFear

IT | EN | ES | FR
tutte le news
• STAMPA
20 Novembre 2016
Catalunya Cristiana

«Ser refugiada és començar de zero»

28 Maggio 2017
Catalunya Cristiana

Els corredors, una gran esperança

4 Maggio 2017
AlfayOmega

Un año salvando vidas: el éxito de los corredores humanitarios. Todo a punto en España

21 Marzo 2017
Clarín

El Papa Francisco, los refugiados y los corredores humanitarios

10 Marzo 2017
Vida Nueva

El cardenal Blázquez aborda con Rajoy la acogida de refugiados

12 Dicembre 2016
Noticias de Álava

Premio René Cassin para los Corredores Humanitarios

tutta la rassegna stampa
• DOCUMENTI

L'omelia di Mons. Marco Gnavi alla preghiera Morire di Speranza, in memoria dei profughi morti nei viaggi verso l'Europa

Appello al Parlamento ungherese sui profughi e i minori richiedenti asilo

SCHEDA: Cosa sono i corridoi umanitari

Omelia di S.E. Card. Antonio Maria Vegliò alla preghiera "Morire di Speranza". Lampedusa 3 ottobre 2014

Omelia di S.E. Card. Vegliò durante la preghiera "Morire di speranza"

tutti i documenti

FOTO

119 visite

111 visite

106 visite

101 visite

111 visite
tutta i media correlati