Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
24 Gennaio 2017 | TOMPA, UNGHERIA

'Mi sono svegliato e un filo di ghiaccio copriva il cappotto': rifugiati al confine tra Serbia e Ungheria

Portando aiuti nel campo profughi di Tompa

 
versione stampabile

La situazione per i profughi accampati tra Tompa e Röszke, lungo la frontiera che separa la Serbia dall'Ungheria, si fa sempre più difficile a causa delle temperature che nei giorni scorsi hanno toccato i 10 gradi sotto zero. Al momento sono circa 40 le persone che dormono all'aperto, tra loro anche alcuni bambini. La Comunità di Sant’Egidio dell'Ungheria in questi giorni sta distribuendo ai profughi i generi alimentari di cui hanno estremamente bisogno.

Il campo profughi di Tompa è diviso in due: da una parte ci sono siriani e iracheni in attesa del permesso da parte delle autorità ungheresi per oltrepassare la frontiera europea, dall'altra parte ci sono marocchini e algerini, anche loro in attesa nonostante il rifiuto da parte delle autorità ungheresi di farli entrare in Ungheria.

Tra loro c'è Ahmed, un giovane algerino di circa 20 anni. Ha lasciato l'Algeria tre anni fa, ha vissuto nei campi profughi di Turchia e Grecia, poi ha viaggiato dalla Serbia alla Macedonia ed infine in Albania dove ha perso tutto quello che aveva.  Il suo sogno è poter andare in Germania. E' molto grato per la coperta ricevuta, ha raccontato che quella mattina, quando si è svegliato, il suo cappotto era ricoperto di un sottile strato di ghiaccio. Ha detto: " Un giorno forse ci rivedremo in qualche parte nel mondo, e io vi riconoscerò e rideremo di tutto questo".

In questi giorni la frontiera tra l’Ungheria e Serbia sembra una base al  Polo Nord: tutto è bianco, freddo, solo neve e ghiaccio che coprono le tende dentro cui sono accampati i profughi. Gente che sogna una vita diversa, una casa e un lavoro, grati per questa visita che per un giorno ha alleviato la sofferenza.


 LEGGI ANCHE
• NEWS
20 Agosto 2017
ROMA, ITALIA

Rifugiati sgomberati a Roma: servono soluzioni che non interrompano l'integrazione

7 Luglio 2017
MILANO, ITALIA

''Open Homes Rifugiati'': un nuovo modo per dare ospitalità gratuitamente a chi fugge dalla guerra.

6 Luglio 2017
ROMA, ITALIA

Madri e figli rifugiati: dall'accoglienza all'inclusione. Non un'utopia ma una realtà possibile

3 Luglio 2017
ROMA, ITALIA

Profughi, nuovo arrivo con i corridoi umanitari - Per un'Europa che sappia salvare, accogliere e integrare

IT | ES
15 Maggio 2017
PÉCS, UNGHERIA

In Ungheria una marcia per non dimenticare la deportazione degli ebrei di Pécs

IT | ES | DE | HU
14 Marzo 2017
PARIGI, FRANCIA

Da oggi i corridoi umanitari per i rifugiati anche in Francia, firmato stamattina l'accordo all'Eliseo

IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA | NL | RU | PL | HU
tutte le news
• STAMPA
24 Giugno 2017
Magyar Kurir

„Akik a remény útján haltak meg” – Ökumenikus imaórát tartottak Budapesten a menekültekért

12 Luglio 2016
OSCE

Beyond Good Intentions: Creating Safe Passage to Italy

22 Agosto 2017
Corriere della Sera

Per il Papa l’integrazione è il processo chiave

21 Agosto 2017
Radio Vaticana

Sant'Egidio: preoccupazione per sgomberi di rifugiati a Roma

20 Agosto 2017
Vatican Insider

Sant'Egidio, preoccupazione per i rifugiati sgomberati a Roma

20 Agosto 2017
OnuItalia

Sgombero rifugiati a Roma: preoccupazione UNHCR e Sant’Egidio

tutta la rassegna stampa
• EVENTI
25 Agosto 2017 | VILLA LITERNO, ITALIA

Memoria di Jerry Masslo e di tutti i profughi morti nei viaggi verso l'Europa

tutti gli Incontri di Preghiera per la Pace
• DOCUMENTI

L'omelia di Mons. Marco Gnavi alla preghiera Morire di Speranza, in memoria dei profughi morti nei viaggi verso l'Europa

Appello al Parlamento ungherese sui profughi e i minori richiedenti asilo

Omelia di S.E. Card. Antonio Maria Vegliò alla preghiera "Morire di Speranza". Lampedusa 3 ottobre 2014

Nomi e storie delle persone ricordate durante la preghiera "Morire di speranza". Roma 22 giugno 2014

Omelia di S.E. Card. Vegliò durante la preghiera "Morire di speranza"

Le vittime dei viaggi della speranza - grafici

tutti i documenti

FOTO

121 visite

112 visite

107 visite

102 visite

112 visite
tutta i media correlati