Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
22 Febbraio 2017

La nostra comune risposta alle migrazioni è in quattro verbi: accogliere, proteggere, promuovere e integrare.

Coniugarli è un dovere di giustizia, di civiltà e di solidarietà.

 
versione stampabile

C’è un dovere di solidarietà. Di fronte alle tragedie che “marcano a fuoco” la vita di tanti migranti e rifugiati – guerre, persecuzioni, abusi, violenze, morte –, non possono che sgorgare spontanei sentimenti di empatia e compassione. “Dov’è tuo fratello?” (cfr Gen 4,9): questa domanda, che Dio pone all’uomo fin dalle origini, ci coinvolge, oggi specialmente a riguardo dei fratelli e delle sorelle che migrano: «Non è una domanda rivolta ad altri, è una domanda rivolta a me, a te, a ciascuno di noi.

La solidarietà nasce proprio dalla capacità di comprendere i bisogni del fratello e della sorella in difficoltà e di farsene carico. Su questo, in sostanza, si fonda il valore sacro dell’ospitalità, presente nelle tradizioni religiose. Per noi cristiani, l’ospitalità offerta al forestiero bisognoso di riparo è offerta a Gesù Cristo stesso, immedesimatosi nello straniero: «Ero straniero e mi avete accolto» (Mt 25,35).

Il testo completo del discorso di papa Francesco ai partecipanti al convegno "Migrazioni e Pace" 21/2/2017


 LEGGI ANCHE
• NEWS
23 Agosto 2017

La nostra risposta comune di fronte alla situazione dei migranti e dei rifugiati: accogliere, proteggere, promuovere e integrare

IT | ES | DE | FR | PT
11 Settembre 2017

Le religioni non possono volere altro che la pace, operose nella preghiera, pronte a piegarsi sui feriti della vita

IT | EN | ES | DE | FR
4 Gennaio 2016

Consapevoli della minaccia di una globalizzazione dell’indifferenza, non possiamo non riconoscere iniziative ed azioni positive che testimoniano la compassione, la misericordia e la solidarietà di cui l’uomo è capace

IT | EN | ES | DE | PT
20 Ottobre 2015

Nell’attuale contesto medio-orientale è più che mai decisivo che si faccia la pace nella Terra Santa:

IT | DE | PT
9 Ottobre 2015

C’è bisogno ovunque di una robusta iniezione di "spirito famigliare".

IT | EN | ES | DE | PT
tutte le news
• STAMPA
17 Settembre 2017
La Vanguardia

Corredores de paz

6 Luglio 2017
Vida Nueva

Francia ya cuenta con su corredor humanitario para refugiados

20 Novembre 2016
Catalunya Cristiana

«Ser refugiada és començar de zero»

29 Luglio 2016
El Mundo

El Papa pide a los jóvenes que sean "sembradores de esperanza"

4 Maggio 2016
RTVE.es

'Corredores humanitarios' para refugiados, cruzar el Mediterráneo para vivir, no para morir

tutta la rassegna stampa
• DOCUMENTI

L'omelia di Mons. Marco Gnavi alla preghiera Morire di Speranza, in memoria dei profughi morti nei viaggi verso l'Europa

Appello al Parlamento ungherese sui profughi e i minori richiedenti asilo

SCHEDA: Cosa sono i corridoi umanitari

Omelia di S.E. Card. Antonio Maria Vegliò alla preghiera "Morire di Speranza". Lampedusa 3 ottobre 2014

Nomi e storie delle persone ricordate durante la preghiera "Morire di speranza". Roma 22 giugno 2014

tutti i documenti