Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
1 Giugno 2017 | VARSAVIA, POLONIA

''La fede non si difende coi muri''. Andrea Riccardi a Varsavia

Il fondatore di Sant'Egidio ha ricevuto il titolo di "Uomo della Riconciliazione" del Consiglio polacco dei cristiani e degli ebrei e ha incontrato le Comunità della Polonia

 
versione stampabile

"L'Europa di oggi ha dimenticato Giovanni Paolo II? In parte sì, oppure lo ricorda a pezzi, come si vede per esempio nel chiudere la porta ai migranti", ha detto Andrea Riccardi, ritirando il titolo di "Uomo della Riconciliazione" presso il Palazzo arcivescovile di Varsavia lo scorso 28 maggio. 

Alla consegna dell'onorificenza, assegnata dal Consiglio polacco dei cristiani e degli ebrei a personalità distintesi nel dialogo e nel progresso delle relazioni tra ebrei e cristiani, hanno assistito il cardinale Kazimierz Nycz e il sindaco di Varsavia Hanna Gronkiewicz-Waltz.

Il prof. Stanisław Krajewski, co-presidente del Consiglio polacco dei cristiani e degli ebrei, ha presentato Andrea Riccardi come "uomo di visioni larghe, la cui opera – la Comunità di Sant’Egidio – continua a crescere e porta frutti in tutto il mondo. Questo riconoscimento esprime la nostra gratitudine per la Sua persona e per tutta la Comunità di Sant’Egidio, che compiono grandi opere, non per desiderio di autopromozione, ma per realizzare quanto noi ebrei chiamiamo «il lavoro della santità»". "Ai nostri giorni sempre più persone avvertono un deficit di speranza. Andrea Riccardi è un grande fornitore di questa merce. Di questo le siamo grati!", ha concluso Krajewski.

Nella sua conferenza, intitolata "L’eredità di Giovanni Paolo II per un’Europa senza muri", Andrea Riccardi ha ricordato la preghiera per la pace tenutasi a Varsavia, il 1° settembre 1989, a 50 anni dallo scoppio della seconda guerra mondiale, in un "clima trepidante per la situazione politica che sembrava avviarsi a una transizione". "Quel sistema, imperniato intorno alla divisione dell’Europa, simboleggiato dal Muro – ha detto Andrea Riccardi – pareva ancora destinato a durare a lungo, almeno nell’opinione di molti contemporanei". La caduta del Muro è arrivata prima che molti se lo aspettassero e Karol Wojtyła ha dato un contributo fondamentale.

"A partire dalla sua fede cristiana, Giovanni Paolo II è stato un liberatore, un realizzatore di varchi, un abbattitore di muri", ha osservato Andrea Riccardi. Non solo tra Est e Ovest, ma anche tra ebrei e cristiani e tra Nord e Sud. "Per Giovanni Paolo II i migranti non sono solo un fatto sociologico: in loro si incontra Cristo stesso", ha ricordato il fondatore di Sant’Egidio, che ha concluso: "L'eredità di Giovanni Paolo II è quella di una fede forte, che non sentiva il bisogno di essere protetta dai muri, per evitare il contatto con gli altri che avevano altra fede o altra storia. Non possiamo essere pessimisti. Dobbiamo vivere la speranza che Giovanni Paolo II ha nutrito pur in momenti molto duri. La storia può cambiare. Lo abbiamo visto e sono sicuro che lo vedremo ancora".


Durante il suo soggiorno a Varsavia, Andrea Riccardi ha incontrato le Comunità di Sant’Egidio della Polonia, ricordando le parole di Giovanni Paolo II dopo la preghiera per la pace dell’89: "Prima l’incontro nello spirito di Assisi a Varsavia, poi Sant’Egidio in Polonia!". In un’assemblea festosa, in cui tanti hanno voluto esprimere la gratitudine per il dono della Comunità, l’amicizia con i poveri, la scoperta del Vangelo e di una Chiesa viva, Andrea Riccardi ha incoraggiato tutti a costruire ponti e a sognare "una comunità di popolo, con la porta aperta e sulla strada, solidale e amica della gente".  Nel pomeriggio tutti si sono ritrovati per la liturgia nella chiesa di Ognissanti, dove la Comunità di Varsavia prega e prepara la cena per i senza dimora.




 LEGGI ANCHE
• NEWS
17 Agosto 2017

La crisi in Centrafrica: la gente soffre, facciamo presto

14 Luglio 2017
MAPUTO, MOZAMBICO

La sfida di comunicare il Vangelo in una società che cambia: Andrea Riccardi visita le Comunità del Mozambico

IT | EN | ES | DE | FR | PT | NL | ID
28 Aprile 2017

Il papa in Egitto: una sfida di pace a chi vuole lo scontro globale

IT | ES | DE | FR
22 Agosto 2017

Per il Papa l’integrazione è il processo chiave. Un articolo di Andrea Riccardi sul messaggio di papa Francesco sui migranti

IT | ES | FR
9 Agosto 2017

Immigrazione, trafficanti di uomini, diritti umani, questione libica. L'intervista ad Andrea Riccardi su La Stampa

IT | ES | DE | FR | CA
tutte le news
• STAMPA
22 Agosto 2017
Corriere della Sera

Per il Papa l’integrazione è il processo chiave

17 Agosto 2017
Famiglia Cristiana

Andrea Riccardi. Centrafrica: la gente soffre, facciamo presto

10 Agosto 2017
Famiglia Cristiana

L'ultimo regalo di padre Jacques: ricordarci che l'estate è un tempo in cui sentire l'invito di Dio a prendersi cura del mondo

3 Agosto 2017
Famiglia Cristiana

Andrea Riccardi: In Libia l'Italia si gioca il futuro

2 Agosto 2017
Città Nuova

Corridoi umanitari, possibile soluzione?

31 Luglio 2017
L'huffington Post

Andrea Riccardi: La povertà non è un reato, lo dice la Cassazione, ma anche il buon senso di un’Italia solidale

tutta la rassegna stampa
• EVENTI
23 Agosto 2017 | FONDI, ITALIA

L'Europa alla prova del futuro - Colloquio con Andrea Riccardi, Mario Giro, Antonio Tajani

tutti gli Incontri di Preghiera per la Pace
• DOCUMENTI

Non muri ma ponti: il messaggio di Andrea Riccardi al 4° congresso di 'Insieme per l'Europa'

Andrea Riccardi - Oriente e Occidente - Dialoghi di civiltà

Walter Kasper

Laudatio per il prof. Andrea Riccardi in occasione del conferimento del Premio Umanesimo 2016 a Berlino

Medì 2016: PROGRAMMA

tutti i documenti
• LIBRI

La forza disarmata della pace





Jaca Book
tutti i libri

FOTO

1612 visite

1438 visite

1452 visite

1472 visite

1419 visite
tutta i media correlati