change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
18 Novembre 2017 | ROMA, ITALIA

Il Nobel per la fisica Barry Barish in visita alla Scuola di Lingua e Cultura italiana e al programma DREAM

 
versione stampabile

Mercoledì 15 novembre il premio Nobel per la Fisica, lo statunitense Barry Barish, - presente a Roma per una serie di conferenze -  ha visitato il servizio Sostegno allo studio e la scuola di Lingua e Cultura Italiana. Il professore, premiato per i suoi studi sulle onde gravitazionali, è venuto su invito di un suo grande amico ed un’insegnate del Sostegno allo studio, Brunello Tirozzi, già ordinario di Fisica alla Sapienza di Roma.

Ad accoglierlo anche Roberto Morozzo ed alcuni giovani studenti del Sostegno allo studio (ragazzi immigrati di seconda generazione e rifugiati venuti con i corridoi umanitari). L’incontro si è svolto in maniera familiare e festosa.

Roberto Morozzo ha spiegato il programma DREAM. Barish ha fatto molte domande; è rimasto particolarmente colpito dall’accuratezza del programma e dal rapporto personale con i malati.

Nelll’incontro – durato circa un’ora – il Nobel ha fatto molte domande sulla scuola: quante sono le persone iscritte, quali diplomi conseguono. Anche i ragazzi presenti hanno raccontato il loro servizio con i poveri, in particolare con gli anziani in istituto ed i bambini Rom. Barish è rimasto colpito da questa realtà di servizio, in cui i poveri aiutano altri poveri.

Barish si è anche interessato dei Corridoi umanitari ed ha ascoltato la storia di alcuni ragazzi, come il viaggio di Majd dalla Siria a Roma con il Papa e di alcuni ragazzi egiziani copti e sudamericani.

Dopo questo incontro e la visita alla scuola, Barry Barish ha tenuto una seguitissima conferenza sulla storia degli studi sulle onde gravitazionali, teorizzate per la prima volta da Einstein.

Molte le domande, molte le foto e il desiderio del grande Fisico di tornarci a trovare nel prossimo viaggio a Roma. 
 


 LEGGI ANCHE
• NEWS
17 Marzo 2017
ROMA, ITALIA

I mediatori interculturali sono ponti a due sensi: aiutano gli immigrati ma anche le istituzioni italiane

IT | HU
23 Novembre 2017
NAPOLI, ITALIA

Alla scuola di lingua e cultura di Napoli ci sono 500 nuovi diplomati .. anche in solidarietà

18 Settembre 2017
BOSTON, STATI UNITI

L'inglese con gli amici: a Boston Sant'Egidio apre una scuola di lingua per promuovere l'integrazione

IT | ES | DE
13 Maggio 2017

Per la Festa della Mamma un regalo solidale per le madri in tutto il mondo

11 Novembre 2016
ROMA, ITALIA

Aids, il Premio Feltrinelli al programma DREAM ''per un'impresa eccezionale di alto valore morale e umanitario''

tutte le news
• STAMPA
5 Marzo 2014
Il Piccolo

Premio Magajna a una volontaria africana

21 Febbraio 2014
Vita Nuova

Sognando l'Africa e un mondo senza Aids: a Jane Gondwe del progetto Dream il Premio Maganja

7 Dicembre 2017
La Vanguardia

Una iniciativa recoge juguetes para ayudar a niños africanos con SIDA

2 Dicembre 2017
Avvenire

Unicef. Bimbi e donne: l'Aids non è uguale per tutti

2 Dicembre 2017
Avvenire

Lotta all'Aids in Africa? Passa anche dai giochi

1 Dicembre 2017
Radio Vaticana

Giornata Aids. Progetto Dream: cure siano accessibili per tutti

tutta la rassegna stampa
• EVENTI
19 Novembre 2017 | NAPOLI, ITALIA

Consegna dei diplomi della Scuola di Italiano di Sant'Egidio a Napoli

tutti gli Incontri di Preghiera per la Pace
• DOCUMENTI

The Goal of a DREAM

Dati sulla Scuola di Lingua e Cultura Italiana - Comunità di Sant'Egidio

Jean Asselborn

Discours du Vice-Premier ministre, ministre des Affaires étrangères Grand-Duché de Luxembourg Jean ASSELBORN

Marc Spautz

Discorso di Marc Spautz, ministro della Cooperazione del Lussemburgo

Impagliazzo Marco

Marco Impagliazzo: Afrique: terre d’opportunités

Andrea Riccardi

Saluto di Andrea Riccardi in ricordo di Ana Maria Muhai

tutti i documenti

FOTO

289 visite

238 visite

270 visite

222 visite

218 visite
tutta i media correlati