news

Un tendone per rendere più umane le condizioni di vita nel carcere di New Bell a Douala, Cameroun

2 Febbraio 2017 - DOUALA, CAMERUN

AfricaCarcereCamerun

Condividi su

La Comunità di Sant Egidio, ancora una volta, è venuta in soccorso dei prigionieri della prigione centrale di Douala New Bell, fornendo un tendone per ripararsi  dal sole e dalla pioggia.

Il mese scorso, infatti, molti si sono gravemente ammalati, altri hanno tentato la fuga, perchè le condizioni di vita nella prigione sono insopportabili: la costruzione è vecchia, il tetto di lamiera, e le celle sono sovraffollate (il carcere previsto per circa 1000 persone ne ospita ora circa 3200).

Molti preferiscono a dormire all'aperto nel cortile. Ma sono esposti alle intemperie e all'aggressione degli insettti. E anche durante il giorno il calore nelle celle è tale che non si può resistere. Ma anche all'aperto, lo spazio è angusto e il sole cocente.

Il tendone donato dalla Comunità di Sant'Egidio è un aiuto a resistere in questa situazione difficile. Offre un po' di riparo per la notte e  nelle lunghe giornate di caldo. E' un piccolo passo verso una condizione di vita meno disumana in questo grande e vecchio carcere. Per questo è stato accolto con gioia e gratitudine dai detenuti.