news

'A cry for Mindanao': l'appello della delegazione filippina a Roma a riaprire il processo di pace

18 Settembre 2017

PaceFilippine#pathsofpeace

Condividi su

Il giorno seguente la chiusura del Meeting Internazionale di Münster-Osnabrück sono iniziati a Roma i Colloqui informali di pace per Mindanao, tra i leaders cristiani e musulmani, provenienti dall'isola del sud delle Filippine, invitati dalla Comunità di Sant'Egidio. I rappresentanti religiosi, riuniti presso la sede della Comunità a Trastevere, hanno partecipato dal 13 al 15 settembre ad un dialogo intenso e fruttuoso, affrontando con speranza la critica situazione della loro regione e della martoriata città di Marawi. Dal dibattito animato da una volontà di concreta collaborazione è nato un Appello di Pace che è stato firmato a Sant'Egidio il 15 settembre scorso. Una nuova "Strada di Pace" nello spirito di Assisi è stata aperta a Mindanao.

La notizia della liberazione di padre Teresito Sobanob, rapito lo scorso maggio dai gruppi estremisti della guerriglia, per il quale la Comunità aveva pregato la sera del 14 settembre a Santa Maria in Trastevere, insieme al card. Quevedo, al vescovo di Marawi, mons. Edwin de la Pena e all'intera delegazione filippina, è stata un segno di speranza e di incoraggiamento, quadi un primo frutto dell'appello e della preghiera di tanti.

Il testo dell'Appello (EN) >>