news

A Londra, la solidarietà è ancora possibile

23 Marzo 2020

Solidarietàcoronavirus

Condividi su

Durante la crisi COVID-19 nel Regno Unito, Sant'Egidio a Londra non dimentica chi è solo e più vulnerabile. La Comunità continua i suoi servizi in modo nuovo, per evitare la diffusione del contagio, ma allo stesso tempo, per continuare ad essere amici di tutti coloro che sono nel bisognoso, particolarmente i senzatetto e gli anziani.

"Crediamo nel distanziamento fisico, non nel distanziamento sociale", ha detto uno dei volontari "è ancora possibile, anzi è più cruciale di prima, lavorare insieme per non lasciare nessuno da solo, anche se fisicamente tutti prendiamo precauzioni per fermare il contagi di questo virus”.

I servizi principali di Sant'Egidio a Londra sono stati leggermente modificati in modo creativo: ciò che prima era una festa è diventato un servizio da asporto, consentendo agli anziani, ai senzatetto e ai soli di ricevere ancora cibo. Il servizio da asporto è anche una finestra per le persone anziane e per i senzatetto dove ricevere suggerimenti sull'igiene,  su come proteggersi dal virus, consigli su dove trovare maggiori informazioni se si ha bisogno di assistenza medica. Sant’Egidio ha aperto un nuovo numero di telefono per i più vulnerabili, per consentire a chiunque abbia bisogno di cibo, medicine o solo qualcuno con cui parlare, di poter ricevere tutto il supporto necessario.

Inoltre, è stato istituito un nuovo servizio chiamato "Calling Home": un servizio portato avanti anche dai Giovani per la Pace di Londra per garantire almeno una conversazione telefonica alla settimana, per tutto il tempo della crisi del Coronavirus. Molte persone che hanno partecipato e chiamato hanno espresso la loro gratitudine e altri hanno affermato di essere stati piacevolmente sorpresi dal fatto che Sant'Egidio abbia trovato nuovi modi per far compagnia a tutti e distribuire ancora cibo. Questo perché, nonostante le normative dei supermercati e i limiti per evitare l'accumulo di persone, molti anziani hanno riferito di aver trovato scaffali vuoti nei negozi di alimentari locali. Pertanto, la necessità di avere cibo per i più vulnerabili diventa ancora più importante in una città grande come Londra.

MAGGIORI INFO

EMERGENZA CORONAVIRUS. DONA ORA



A Londra, la solidarietà è ancora possibile
A Londra, la solidarietà è ancora possibile
A Londra, la solidarietà è ancora possibile