EVENTI

Il 24 febbraio a Milano il Talk "Le chiavi del paradiso". Housing first dalla strada alla casa. Via degli Olivetani 3, ore 17

Il 24 febbraio dalle 17.00 alle 18.30 la Comunità di Sant’Egidio organizza presso una delle sue sedi, la Casa dell’Amicizia di via degli Olivetani 3 a Milano, il primo incontro dei “Talk sulla strada”, dedicati alle persone senza dimora e alle prospettive di intervento volte al loro reinserimento sociale.

Questo primo incontro dal titolo “Le chiavi del paradiso. Housing first: dalla strada alla casa” vede gli interventi di Ulderico Maggi ed Elisa Soldani della Comunità di Sant'Egidio di Milano, Daniela Failoni, giurista milanese e Abele Sangiorgio di Opera San Francesco per i Poveri, formatore di Housing First. A partire dall'intuizione di Sam Tsemberis - ideatore di Housing First come passaggio diretto dalla strada alla casa - in questo incontro si vuole riflettere sui principi cardine, sulle pratiche e sulle prospettive di housing first di Sant’Egidio a Milano.

"Casa come diritto umano, la possibilità di scegliere lo spazio in cui vivere, la dignità di stare in luoghi belli e curati, l'accompagnamento costante duraturo e intenso, la disponibilità per sempre e non come prospettiva temporanea dell'abitazione, sono tra gli elementi che verranno discussi e che sono alla base dei principi di Housing First che Sant'Egidio interpreta con convinzione, discutendoli e aggiungendo alcune specifiche quali ad esempio la problematicità della solitudine in questi passaggi delicatissimi" afferma Ulderico Maggi, responsabile dei servizi alle persone senza dimora di Sant'Egidio a Milano.

Sant'Egidio a Milano ha attivato dal 2018 a oggi 37 percorsi di housing per persone senza dimora, tra cui alcuni in appartamenti gestiti direttamente dalla Comunità, in ogni caso con un forte accompagnamento personalizzato dalla strada alla casa e nella permanenza successiva. A Milano vivono in strada circa 2000 persone, un numero alto, ma non impossibile da gestire, per cui la Comunità di Sant'Egidio incoraggia le istituzioni competenti a potenziare in modo significativo a livello cittadino queste esperienze di inserimento diretto, rafforzando i programmi di accompagnamento molto strutturato e con prospettive non temporanee.

Il modello di Tsemberis dimostra come l’Housing First sia una risposta non soltanto più umana e dignitosa rispetto ad altre, ma anche più efficace e sostenibile a livello economico e sociale. Il talk del 24 febbraio è proposto in occasione del secondo anniversario di Casa Walter, una delle esperienze di Housing First di Sant'Egidio, particolarmente dedicata a uomini anziani e malati. La Casa è stata intitolata a Walter Berchioni, uomo che pur titolare di una casa pubblica di fatto ha vissuto da anziano quasi sempre in strada. Amico di tanti giovani della Comunità, che lo hanno accompagnato negli ultimi anni della sua vita di anziano e nella sua malattia fino alla morte avvenuta nella notte del 30 ottobre 2021, Walter ha "ritrovato" la sua casa e la possibilità di starci proprio grazie a queste relazioni maturate nella vecchiaia e nella debolezza.