LASCITI TESTAMENTARI

Condividi su

Che cosa è?

Il lascito testamentario è una scelta di responsabilità e un modo per lasciare un segno concreto che duri anche aldilà di noi. Permette di lasciare una nostra traccia nel mondo di domani e testimonia il nostro impegno sociale nel presente e nel futuro.
Basta un lascito testamentario, anche piccolo, a favore della Comunità di Sant’Egidio, per dare continuità al tuo impegno e farlo arrivare lontano, oltre molti confini, compresi quelli temporali.

Cenni legali

Non è necessario disporre di un grande patrimonio per fare testamento e per fornire, anche in questo modo, il proprio contributo.
Chi decide di fare testamento può disporre solo di una parte del proprio patrimonio quando vi sono figli legittimi (compresi quelli adottivi e i legittimati), naturali o loro discendenti, il coniuge e gli ascendenti legittimi. Queste sono le persone legate da vincoli di parentela più stretti con il testatore, che all'apertura della successione hanno diritto ad una quota dell'eredità definita "indisponibile o legittima o riserva".
È sempre possibile però disporre per testamento di una quota del proprio patrimonio (la cosiddetta "disponibile") senza ledere i diritti alla successione dei parenti diretti.
Il testamento è un atto che può essere modificato o revocato in qualsiasi momento. In ogni caso, il testamento olografo è valido solo se è scritto di proprio pugno dal testatore, è datato (giorno, mese, anno) ed è sottoscritto (cioè deve essere firmato da chi fa testamento alla fine delle disposizioni).

Come si fa?

I lasciti testamentari e le donazioni a favore della Comunità di Sant’Egidio sono esenti da ogni imposta.
Ci si può rivolgere al proprio notaio di fiducia, oppure fissare un appuntamento con uno dei professionisti incaricati dalla Comunità di Sant’Egidio in tutta Italia: basta scrivere una mail a [email protected], per richiedere informazioni o un appuntamento.