news

Città per la vita 2020: in tutto il mondo le città si illuminano per dire "no alla pena di morte"

30 Novembre 2020

Pena di Morte

Questa sera da Roma, dove si accende il Colosseo, a centinaia di altri luoghi

Condividi su

Il 30 novembre del 1786 venne abolita, per la prima volta, la pena di morte in uno Stato, il Granducato di Toscana. Da allora molta strada è stata fatta nel cammino che porta all’abolizione della pena capitale nel mondo. Ma tanto si può e si deve fare ancora contro questo strumento altamente inumano oltre che inutile, dato che non funziona come deterrente e riduce gli Stati a meri esecutori di ingiustizia.

Oggi il monumento più celebre di Roma, per l’occasione, verrà questa sera illuminato a termine del Webinar #stand4humanity e farà da sfondo a una spettacolare scenografia di videomapping. Ma già in questi giorni molte città, ormai oltre 2300, hanno iniziato ad illuminare i propri monumenti per dire di “no” alla pena di morte. Si tratta ormai di un movimento che coinvolge migliaia di persone in tutti i continenti e che è riuscito, attraverso un paziente impegno collettivo e rapporti con i diversi governi, a diminuire il numero dei Paesi mantenitori.

Stai dalla parte dell'umanità #stand4humanity #nodeathpenalty

Inviaci le foto dei monumenti illuminati nella tua città a [email protected]

E se ancora non lo hai fatto, iscriviti al Webinar dove esperti, attivisti, testimoni e società civile da Africa, Asia, Europa e Nord America approfondiranno le tematiche sull'ingiustizia della pena di morte.

LUNEDÌ 30 NOVEMBRE
dalle 17:30 alle 19:00 (GMT 1)

Non perdere il tuo posto, registrati ora!


 



Città per la vita 2020: in tutto il mondo le città si illuminano per dire
Città per la vita 2020: in tutto il mondo le città si illuminano per dire