news

Marco Impagliazzo interviene al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite sulla Repubblica Centrafricana. VIDEO

12 Giugno 2017 - NEW YORK, STATI UNITI

Centrafrica
PaceMarco ImpagliazzoONU

L'annuncio: ''Nei prossimi giorni incontri a Roma per favorire la pace in Centrafrica''

Condividi su

Il presidente della Comunità di Sant’Egidio, Marco Impagliazzo, è intervenuto questa mattina a New York al Consiglio di Sicurezza dell’Onu. L’invito è nato dall’esperienza, accumulata nel corso degli anni in campo internazionale con un lavoro di mediazione svolto in diverse aree del mondo, a partire dalla pace ottenuta per il Mozambico nell’ottobre 1992.

Impagliazzo è stato ascoltato sulla difficile situazione della Repubblica Centrafricana e sulle possibilità di giungere alla fine della crisi e delle tensioni che permangono in alcune aeree del Paese. Dopo aver illustrato come la Comunità ha favorito e accompagnato il processo che ha portato alle elezioni democratiche nel Paese, il presidente di Sant’Egidio ha annunciato che nei prossimi giorni si vedranno a Roma, grazie ai contatti intrattenuti da tempo con le diverse fazioni in campo, i rappresentanti dei quattordici gruppi armati esistenti insieme agli emissari del presidente Touadéra per parlare di disarmo, reintegrazione degli ex combattenti e dialogo politico, in presenza dell’inviato speciale del segretario generale dell’Onu per il Centrafrica Onanga-Anyanga.

L’obiettivo è quello di creare un “clima di fiducia” tra centrafricani, secondo le capacità di Sant’Egidio che si offre come “terreno neutro di dialogo e di negoziato”.
L’Onu, attraverso il sottosegretario agli Affari Politici Jeffrey Feltman, ha firmato venerdì scorso un accordo di collaborazione con Sant’Egidio sulla pace e la prevenzione dei conflitti che riconosce ufficialmente il ruolo svolto dalla Comunità nel mondo.

Clicca qui per il testo integrale dell'intervento di Marco Impagliazzo

VIDEO
(Intervento di Marco Impagliazzo dal min. 26:30)

Se non riesci a visualizzare correttamente il video, clicca qui