Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

change language
sei in: home - ecumenismo e dialogo - incontri... la pace - cipro 2008 - saluto d...etto xvi contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  

Live concert #penadimortemai il 30 novembre al Colosseo ore 18,30

Con Max Giusti e tanti amici dello spettacolo, della musica e dello sport

In libreria e in formato ebook ''La Parola di Dio ogni giorno 2018'' per comprendere e pregare con le Scritture

Si apre la stagione delle mostre dei Laboratori d’Arte di Sant’Egidio su 'La forza degli anni''.

GLI APPUNTAMENTI DA NON PERDERE
18/11/2017
Vigilia del giorno del Signore

Preghiera ogni giorno


 
versione stampabile
Benedetto XVI: “La pace è un dono ed un compito.
Tenete alta la fiaccola della pace”.
Le parole del papa al Meeting di Sant’Egidio a Cipro.
Cipro, 16 novembre 2008 - Il saluto di Benedetto XVI risuona al meeting di Cipro, dove la Comunità di Sant'Egidio e la Chiesa Ortodossa dell'isola nel cuore del Mediterraneo hanno riunito leader religiosi e capi di stato, a ventidue anni dalla storica giornata di preghiera per la pace di Assisi, voluta “per diradare le nebbie del sospetto e dell'incomprensione e per chiedere a Dio il dono della pace”. 
 
“Il meeting di Cipro - si legge nel messaggio del cardinal Tarcisio Bertone – è una forte esperienza di comunione, grazie alla quale spalancare gli occhi alla realtà e al confronto, per giungere alla vera conoscenza delle differenze e degli elementi che ci accomunano. Solo attraverso il dialogo è possibile integrarsi in questo multiforme e poliedrico cosmo linguistico, in questo prezioso scrigno che è la creazione, affidata alla responsabilità e al bene di tutti. Non possiamo non essere fermamente convinti che la pace, come ricorda il Santo padre Benedetto XVI, ““è insieme un dono e un compito””.
 
Il messaggio, con la benedizione apostolica di Benedetto XVI, auspica che il “meeting per la pace di Cipro offra ai partecipanti la possibilità di un futuro confronto e di una crescita comune. Tenete alta la fiaccola della pace, alimentatela con gesti quotidiani di carità e di amicizia fraterna”.