Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
29 Novembre 2015

Nella I°domenica d'Avvento, presa di possesso di S. Maria in Trastevere da parte del card. Loris F. Capovilla

Riportiamo integralmente il messaggio che l'anziano arcivescovo, che fu segretario di papa Giovanni XXIII, ha affidato a don Marco Gnavi perchè fosse letto nel corso della liturgia

 
versione stampabile

Nel corso della liturgia della prima domenica d'Avvento, è avvenuta la presa di possesso ufficiale della basilica di Santa Maria in Trastevere da parte dell'arcivescovo Loris Francesco Capovilla, che fu segretario di Papa Giovanni XXIII e ha dedicato la sua lunga vita (ha compiuto cento anni pochi mesi fa) a custodirne il ricordo e il messaggio. L'anziano arcivescovo ha chiesto al parroco, don Marco Gnavi, di rappresentarlo e di leggere a suo nome il messaggio che ha voluto rivolgere alla Comunità di Sant'Egidio, a cui è legato da lunga amicizia:

"L’avvento mi trova genuflesso accanto a voi per ringraziare la Vergine Santissima di conservarmi devoto fedele, fratello fra i fratelli, operaio della vigna del Signore con tutti voi che siete una speranza della Chiesa, missionari del Vangelo, volontari instancabili di molteplici opere di carità in piena e generosa comunione con Papa Francesco (...) L’avvento è periodo sacro in ogni tempo, specialmente in questo, quando si sente più forte il rinnovato impegno a predicare il Vangelo ad ogni creatura. In attesa del Natale mi accompagna sempre un pensiero di don Primo Mazzolari le cui parole si attagliano perfettamente ad introdurre l’Anno della Misericordia: “Questo Natale è come tutti gli altri, i Natali che sono passati, i Natali che verranno: un  gran dono fatto a povera gente. Povera gente sempre, anche se mutano gli imperi, le civiltà, le economie. In questo inguaribile contrasto tra noi e il dono è la sostanza del Natale, il suo divino significato, il suo mistero che “nascosto nei secoli” (Rm 16,25), si svela di anno in anno, di giorno in giorno, di momento in momento, perché il Cristo viene sempre, ed è l’amore, cui non ripugna scaldarsi nella carne di questa povera umanità”.

Leggi tutto

L'omelia di don Marco Gnavi

Cari Fratelli, care sorelle, entriamo nel tempo sacro dell’Avvento, benedetti e accompagnati dal Cardinale Loris Capovilla, che, non da oggi, ci fa dono del suo affetto, della sua parola, della sua stima.

Testimone vivente dell’anelito del Concilio Vaticano II, fratello fra i fratelli, fragile centenario, plasmato dall’amore per Papa Giovanni e sorretto dallo spirito profetico, è legato ora ancora più profondamente a questa nostra Basilica, casa di preghiera che custodisce l’invocazione della comunità e le speranze e i dolori del mondo intero.

Anziano, carico di sogni, ci aiuta a genufletterci con lui al mistero dell’Avvento che si fa attesa vitale, carica di promesse. Attesa che irrompe come un grido dalla bocca dei poveri e dal profondo delle genti, e chiede di trovarci operosi, vigile, fiduciosi nel Regno. A noi, povera gente, povera gente sempre, sarà dato, il gran dono del Natale! Povera gente che oggi contempla, secondo le stesse parole di Gesù “I segni nel sole, nella luna e nelle stelle, e sulla terra angoscia di popoli in ansia per il fragore del mare e dei "flutti” e prova “paura e si sente morire per l'attesa di ciò che dovrà accadere sulla terra”.

La generazione di Papa Giovanni XXIII ha vissuto la tragedia immane della II Guerra mondiale, ma è stata rincuorata da una speranza potente, quando i cieli in certo modo si sono aperti sui padri conciliari raccolti insieme dai quattro angoli della terra. Ed oggi, innanzi a paure nuove e a nuovi disegni terrificanti del male, la liberazione è l’orizzonte vero, finale, della vittoria umile del
bene. E la fede dell’Avvento. Sentiamo e siamo certi che il Signore è più vicino.

I suoi testimoni debbono lottare per affermarne la speranza. Come? Essendo riflesso della di quell’amore “che non ripugna, che non si vergogna scaldarsi nella carne di questa povera umanità”. L’avvento reale della misericordia ha bisogno delle nostre mani, dei cuori, delle nostre scelte. Lo avvertiamo insieme agli amici Dehoniani e al vescovo George dallo Zambia, con noi in questa liturgia; con i nostri fratelli in Asia, America Latina, in Africa, in Europa e nel Nord America. L’Avvento ci precede e ci previene: è il dono inestimabile del Signore Gesù. Ma deve essere accolto. Per questo lui stesso dice: “State attenti a voi stessi, che i vostri cuori non si appesantiscano in dissipazioni, ubriachezze e affanni della vita”.

E noi non aggiungiamo nulla. Piuttosto, “ci alzeremo e risolleveremo il capo”, e veglieremo in ogni momento, pregando. E la misericordia dilagherà nel mondo. Così scorgeremo il germoglio di vita nuova, la venuta del Salvatore. E aiuteremo chi si aggira per le nostre città intimidito dal male, chi è assetato di amore, chi è ferito dalla miseria e dalla solitudine a riprendere coraggio.

Perché il Signore ci salvi nell’amore. Amen

OGGETTI ASSOCIATI

 LEGGI ANCHE
• NEWS
21 Marzo 2017

A Parma il nuovo mondo comincia con i corridoi umanitari #norazzismo

21 Marzo 2017

Giornata internazionale per l'eliminazione della discriminazione razziale

21 Marzo 2017
ROMA, ITALIA

Lo sport contro il razzismo: il sogno di Seidu, profugo dal Mali, si avvera nella Trastevere calcio #norazzismo

21 Marzo 2017

Ospiti del 21/03/2017

21 Marzo 2017
PÉCS, UNGHERIA

Persone senza dimora in Ungheria, una liturgia a Pécs in memoria di chi ha perso la vita per il freddo

20 Marzo 2017

Giornata contro il razzismo, Marco Impagliazzo: ''Contrastare l’intolleranza con il dialogo e l'integrazione''

IT | ES | DE | FR
tutte le news
• STAMPA
20 Marzo 2017
Main-Post

Zum Gedenken an die Einsamen

12 Marzo 2017
Würzburger katholisches Sonntagsblatt

Nothilfe am Petersdom

23 Febbraio 2017
Main-Post

Abschiebung in die Ungewissheit

2 Gennaio 2017
Aachener Zeitung

Zahlreiche Kerzen symbolisieren die Brandherde auf der Erde

1 Gennaio 2017
Main-Post

Frieden ist das höchste Gut der Menschheit

1 Gennaio 2017
Aachener Nachrichten

Damit das neue Jahr ein Jahr des Friedens in unserer Stadt werde“

tutta la rassegna stampa
• EVENTI
28 Marzo 2017 | ROMA, ITALIA

Presentazione del libro "Perseguitati"

25 Marzo 2017 | ROMA, ITALIA

Stage di formazione su catechesi e disabilità: ''Le abilità che includono''

24 Marzo 2017 | ROMA, ITALIA

Preghiera ecumenica per l'Europa nel 60° anniversario dei Trattati di Roma

12 Marzo 2017 | PESCARA, ITALIA

Liturgia a Pescara in memoria delle persone senza dimora

9 Marzo 2017 | ROMA, ITALIA

Open Day al Laboratorio d'Arte Sperimentale con disabili a Via Lablache 32

1 Marzo 2017 | ROMA, ITALIA

Presentazione del libro ''Badheea, dalla Siria in Italia con il corridoio umanitario''

tutti gli Incontri di Preghiera per la Pace
• NO PENA DI MORTE
18 Febbraio 2016
ROMA, ITALIA

IX Congresso Internazionale dei Ministri della Giustizia per un mondo senza pena di morte, il 22 febbraio a Roma

27 Ottobre 2015
GIAPPONE

Il supplizio di Iwao, da 47 anni nel braccio della morte

20 Ottobre 2015
GIAPPONE

Giustizia e diritti umani per una società senza pena di morte - #NoJusticewithoutlife in Giappone

10 Ottobre 2015
STATI UNITI

La Comunità di Sant'Egidio lancia la prossima "Giornata Mondiale delle città per la vita"

7 Ottobre 2015
STATI UNITI

10 ottobre 2015 la World Coalition Against the Death Penalty celebra la XIII giornata mondiale contro la pena di morte

5 Ottobre 2015
GIAPPONE

Okunishi Masaru è morto a 89 dopo aver trascorso ogni giorno per 46 anni come se fosse l'ultimo

5 Ottobre 2015
EFE

Fallece un preso japonés tras pasar 43 años en el corredor de la muerte

12 Marzo 2015
AFP

Arabie: trois hommes dont un Saoudien exécutés pour trafic de drogue

12 Marzo 2015
Associated Press

Death penalty: a look at how some US states handle execution drug shortage

9 Marzo 2015
AFP

Le Pakistan repousse de facto l'exécution du meurtrier d'un critique de la loi sur le blasphème

9 Marzo 2015
Reuters

Australia to restate opposition to death penalty as executions loom in Indonesia

9 Marzo 2015
AFP

Peine de mort en Indonésie: la justice va étudier un appel des deux trafiquants australiens

vai a no pena di morte
• DOCUMENTI
Scrittore, Polonia

Adam Michnik

Premio Nobel per la Pace, Argentina

Adolfo Pérez Esquivel

Arcivescovo, Pontificio Consiglio della Pastorale per i Migranti e gli Itineranti, Santa Sede

Agostino Marchetto

Grand Imam di al-Azhar dal 2010 e presidente del Muslim Council of Elders dal 2014

Ahmed Al-Tayyeb

Decano della Facolta di Sharia e Studi Islamici, Qatar

Aisha Yousef Al-Menn'ai

Segretario Generale del Consiglio delle Conferenze Episcopali Europee

Aldo Giordano

tutti i documenti
• LIBRI

Periferias





San Pablo

La forza disarmata della pace





Jaca Book
tutti i libri

VIDEO FOTO
Preghiera ecumenica e Cerimonia finale della Preghiera per la pace ad Assisi
Conferimento della Laurea honoris causa al Patriarca Bartolomeo I
Assemblea di apertura, intervento di Baleka Mbete

339 visite

356 visite

379 visite

417 visite

398 visite
tutta i media correlati