Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

 
GEN
09
9 Gennaio 2011

"SEGNI DI PACE AD AUSCHWITZ", SPECIALE TG1 - ore 23.30 circa

 
versione stampabile

 "Durante gli appelli ad Auschwitz mi dicevano di guardare in basso. Perché con lo sguardo cercavo qualche uccello nel cielo. Ma lì dove si distruggeva la vita, dove si bruciavano i corpi, in quel cielo, non è mai passato nessun uccello".

Chi parla è Stella Madej Muller, sopravvissuta, un'adolescente della Lista di Schindler, nel film-documentario Segni di pace ad Auschwitz (in un giorno di sole), di Mario Marazziti e Roberto Olla, che va in onda DOMENICA  9 GENNAIO sera, Speciale TG1 RAI.
E' una speciale co-produzione Anthos e RAI Cinema, che dà conto di un viaggio materiale e dell'anima delle grandi religioni mondiali dentro i campi di sterminio di Auschwitz-Birkenau.
 
Il simbolo del male assoluto del Novecento diventa universale nelle parole e nella guida di tre importanti intellettuali e riferimenti spirituali come il biblista Ambrogio Spreafico, vescovo cattolico, il filosofo musulmano Hassan Hanafi e il rabbino capo David Rosen, direttore dell'American Jewish Committee. Le testimonianze dell'ex rabbino capo di Israele Lau e di C.Stojka, zingara sopravvissuta allo sterminio.
 
Un lavoro poetico e raffinato, dove passato e presente si incrociano con immagini di repertorio di origine russa e dagli Archivi di Washington, mentre si svolge il più grande pellegrinaggio mondiale delle diverse religioni mai avvenuto ad Auschwitz. Nasce così un film che diventa un percorso della memoria e della comprensione della ferita della Shoah, ma anche un viaggio contemporaneo nella necessità del dialogo, dell'incontro con l'altro, nelle ferite e nelle speranze del mondo in cui viviamo.
 
Il racconto si svolge a tre livelli: Primo livello: I tre testimoni, ebreo cristiano e musulmano, autorevoli, su Auschwitz: il  bene, il male, Dio, il silenzio di Dio, i totalitarismi, il negazionismo, la vita quotdina nel campo, i punti di soffrenza del mondo oggi, come rispondere, come non perdere la memoria, come fare di Auschwitz un punto di resistenza morale e di futuro, non di passato per il mondo, quello che conta nella vita, come non ripetere l'orrore, dialogo, vita, morte,  ma anche le tre prospettive diverse su Auschwitz, che diventa un simbolo universale. Il Rabbino capo David Rosen, American Jewish Committee, Gerusalemme; Ambrogio Spreafico, biblista e vescovo, Hassan Hanafi, filosofo musulmano, Università del Cairo. Ma anche l'ex rabbico-capo di israele Lau, sopravvissuto di Auschwitz, Wahiduddin Khan, massima autorità culturale islamica in India, C.Stojka, zingara sopravvissuta, Stella Madej Muller, bambina della Schindler's List, sopravvissuta. E un evento eccezionale come unità di luogo, oltre 50 nazionalità e tutte le religioni in pellegrinaggio ad Auschwitz-Birkenau. 
Il secondo livello aiuta capire Auschwitz, passato e presente. Immagini bianco e nero e i luoghi oggi. Mentre tutti fanno il pellegrinaggio, anche lo spettatore. 
Il terzo livello : il dialogo oggi, necessità e possibile.E come si fa oggi a vivere insieme.
 
Auschwitz patrimonio di tutti e un'indicazione per costruire un mondo con meno conflittio. quando la tv pubblica interpreta se stessa al meglio e consegna un documento carico di speranza da un luogo del dolore e del male, materiale da ricordare e meditare per le giovani generazioni, un'indicazione di metodo per gli europei e il mondo di oggi.
 


 LEGGI ANCHE
• NEWS
19 Settembre 2016
ASSISI, ITALIA

Non c’è futuro senza memoria: il Rabbino Lau, testimone della Shoah, incontra i giovani

IT | EN | ES | FR | NL
12 Settembre 2016
ANVERSA, BELGIO

Ad Antwerpen una marcia di giovani e nuovi europei per non dimenticare le vittime della Shoah

IT | ES | DE | NL
11 Maggio 2016
PÉCS, UNGHERIA

Ungheria: la marcia di Sant'Egidio e della comunità ebraica di Pécs per non dimenticare le vittime della Shoah

IT | ES | DE | PT | CA | RU | HU
19 Aprile 2016
PRAGA, REPUBBLICA CECA

“Avevo 17 anni, quando mi hanno rinchiuso ad Auschwitz”. I giovani di Sant'Egidio incontrano Hana, sopravvissuta alla Shoah

IT | DE | PT
31 Gennaio 2016
MILANO, ITALIA

Memoria della deportazione degli ebrei di Milano

27 Gennaio 2016

Giornata della memoria, Sant'Egidio: ricordare il passato per costruire un futuro di accoglienza e integrazione

IT | ES | CA
tutte le news
• STAMPA
15 Aprile 2016
Sette: Magazine del Corriere della Sera

La paura della guerra può avvicinare le fedi

12 Febbraio 2016
Sette: Magazine del Corriere della Sera

Segni dei tempi della Memoria

28 Gennaio 2016
Corriere della Sera - Ed. Milano

Nonna Segre ai giovani «Il coraggio di raccontare i viaggi della morte»

27 Gennaio 2016
Il Tirreno

«Alt all'odio, io musulmana amica di una donna ebrea»

26 Gennaio 2016
Gazzetta del Sud

Dalla memoria della Shoa al sogno della pace globale

26 Gennaio 2016
Il Tirreno

Grandi e piccini in marcia nel centro di Livorno per non dimenticare mai

tutta la rassegna stampa
• EVENTI
22 Marzo 2016 | TORINO, ITALIA

Marcia in memoria di Emilio Artom e della deportazione degli ebrei di Torino

tutti gli Incontri di Preghiera per la Pace
• DOCUMENTI

Per un mondo senza razzismo – per un mondo senza violenza

tutti i documenti
• LIBRI

Milano, 30 gennaio 1944





Guerini e Associati

Al filo de Holocausto





Ediciones Invisibles
tutti i libri

VIDEO FOTO
6:36
Giornata della memoria: non dimentichiamo la Shoah

451 visite

532 visite

490 visite

546 visite

479 visite
tutta i media correlati