Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

 
11 Giugno 2012 | PARMA, ITALIA

Premiati i lavori delle scuole per il concorso “Arte in erba"

Giovani e anziani, insieme una ricchezza

 
versione stampabile

Giovani e anziani a Parma, insieme una ricchezzaL’incontro con gli anziani? Una scuola di umanità. Lo mostrano i lavori del concorso “Arte in erba”, organizzato dalla Comunità di Sant’Egidio con il patrocinio e il sostegno della Provincia.

Un concorso nato per promuovere e valorizzare la creatività di bimbi e ragazzi e non a caso dedicato proprio al tema degli anziani, nell’intento di costruire un fecondo ponte tra generazioni. L'8 giugno, alla Casa della Musica, si è tenuta la cerimonia di premiazione, all’interno di una mattinata nella quale s’è realizzato, nei fatti, l’incontro tra le generazioni: c’erano gli alunni delle scuole di Parma e provincia che hanno vinto, i bambini della scuola della pace della Comunità di Sant’Egidio e una delegazione di anziani della Comunità.

Giovani e anziani a Parma, insieme una ricchezza E più che una cerimonia è stata, a tutti gli effetti, una vera e propria festa, nella quale i bimbi hanno cantato, hanno esposto i loro lavori, hanno ascoltato gli anziani e hanno “toccato con mano” alcuni oggetti del passato che facevano parte della quotidianità delle persone ora anziane.

Nell'Anno europeo dell’invecchiamento attivo e delle solidarietà tra le generazioni – ha detto a nome della Comunità di Sant’Egidio di Parma Bruno Scaltriti - abbiamo voluto fare incontrare i bambini, i giovani e gli anziani: sia fisicamente, sia attraverso questo concorso che invitava i ragazzi a riflettere sulla terza età. Il messaggio che vogliamo lanciare è semplice: vogliamo dire che dietro la vita di ogni anziano c’è stato un bambino, c’è stato un giovane, c’è stato un adulto, e che anche i bambini e i giovani sono “destinati” a diventare anziani. Abbiamo voluto creare l’incontro di tanti mondi assieme che vogliono essere un po’ la città che noi immaginiamo, cioè persone diverse che vivono con un destino comune”.

Giovani e anziani a Parma, insieme una ricchezzaUn incontro di mondi – ha aggiunto l’assessore provinciale alle Politiche sociali Marcella Saccani - un incontro di esperienze che, mi sembra, ha dato risultati molto interessanti e apre un orizzonte tutto da scoprire. Verso gli anziani e i loro racconti nei bambini si nota una curiosità e uno stupore che forse dovremmo imparare a recuperare, per dare il senso del valore vero delle cose. Dal canto loro gli anziani scoprono un nuovo protagonismo, una voglia di trasmettere esperienze e di stare con bimbi e ragazzi”.

A metà mattinata la premiazione dei vincitori, selezionati da una giuria di esperti. I premi sono andarti alla I A della scuola Bozzani di Porporano (menzione speciale per le opere letterarie), alla IV B della scuola Corridoni di Parma (primo premio per le opere letterarie), alla III e alla IV A della Cocconi di Parma (premi per le opere grafico-pittoriche scuole primarie), alla IV della Verdi di Corcagnano (premio per le opere fotografiche scuole primarie).

Giovani e anziani a Parma, insieme una ricchezzaSono inoltre state premiate due studentesse del Liceo Marconi di Parma, Marta Vielmi della III M e Maria Chiara Manelli della III L, che hanno vinto rispettivamente la sezione fotografica e quella grafico artistica (scuole secondarie).

Tra i premi: fotocamere digitali e compatte, buoni per l’acquisto di materiale fotografico, buoni per l’acquisto di materiale didattico.

 

 

 

Giovani e anziani a Parma, insieme una ricchezza Giovani e anziani a Parma, insieme una ricchezza Giovani e anziani a Parma, insieme una ricchezza  

APPROFONDIMENTI:

Nell'Anno Europeo dell’invecchiamento attivo e della Solidarietà tra Generazioni intendiamo valorizzare il contributo che le persone anziane possono dare alla società e particolarmente alle giovani generazioni. In Europa l'invecchiamento è indubbiamente una sfida per la società e per tutte le generazioni e rappresenta inoltre un problema di solidarietà intergenerazionale e per la famiglia. E' quindi evidente la necessità di promuovere una cultura aperta alla valorizzazione della terza età.

Per questo la Comunità di Sant’Egidio di Parma, in collaborazione con la Provincia di Parma, ha promosso un bando di concorso rivolto agli studenti delle scuole primarie e secondarie della nostra città che ha fatto riflettere i più giovani su quanto l’esperienza, l’umanità e i valori positivi che può donare l’incontro con la terza età arricchiscano il loro stesso percorso di crescita verso l’età adulta.

La premiazione del concorso artistico è prevista per il giorno 8 giugno 2012, presso la Casa della Musica, in Piazzale San Francesco 1 a Parma, alle 9:30. Parteciperanno le classi che hanno aderito il al Concorso.

Le tematiche affrontate nelle opere che i giovani artisti hanno fatto pervenire sono state:

1)    LA RICCHEZZA DI ESPERIENZA. Le riflessione proposta è relativa all’abbondanza di vita vissuta, alle esperienze passate, alla storia che nella vita dei nostri anziani attraversa un secolo (il XX) anche complesso. La ricerca e la difesa della democrazia scaturiti dall'esperienza della seconda guerra mondiale sono un valore che vogliamo trasmettere alle giovani generazioni. Può così essere colta l’occasione da parte degli studenti di spiegare attraverso le loro opere i racconti dei i loro nonni e le vecchie tradizioni.

2)    LA PACE. Strettamente legato al primo, questo tema vuole evidenziare quanto, proprio grazie all’aver vissuto l’esperienza della guerra, uno degli aspetti educativi che l’anziano può trasmettere ai giovani sia il valore della pace come primario e non scontato nel contesto contemporaneo.

3)    L’EMIGRAZIONE: Ancora, grazie ai ricordi degli anziani emigrati, vogliamo ricordarci di essere stati un popolo di emigranti aiutando così i ragazzi a riflettere sul contesto attuale.

4)    LA FAMIGLIA E IL VALORE DEGLI AFFETTI. Il contesto e la crisi attuale spingono sempre di più i singoli all'individualismo e spesso ne soffre la parte più debole della società. Tuttavia, come esprimeva bene Jhon Donne, nessun uomo è un’isola e basta a se stesso. Gli anziani spesso sono un sostegno alle famiglie, tengono i bambini, li accompagnano a scuola e agli impegni quotidiani. A volte rappresentano anche un importante sostegno economico. Vogliamo sottolineare quanto il tessere fili relazionali tra le persone sia un’istanza fondamentale per la nostra società. Gli anziani, con la loro rete di affetti e di ricordi, possono insegnare proprio il valore dell’affettività e della relazione.

5)    LA GRATUITA’. Spesso le persone anziane si dedicano al volontariato. In una società abituata a monetizzare tutto, in cui il materialismo si fa cultura e si considera l’economia come una delle principali fonti di serenità per gli individui, vogliamo invece valorizzare come grazie all’adoperarsi per gli altri gratuitamente si possa invece trovare la propria personale felicità e contribuire al benessere sociale.

6)    NELLA DEBOLEZZA, LA FORZA. Le persone anziane spesso sono deboli, a volte malate. La nostra società invece ci chiede di essere individui forti, capaci di fare tutto, mentre l’invincibilità è spesso un’illusione. L’esperienza della malattia e della vecchiaia è vicina a ciascuno: tutti diverremo anziani. Vogliamo aiutare i nostri ragazzi a capire che il senso profondo della loro vita non è dato dall’essere sempre “vincenti”, e a non disprezzare nessuno in quanto non corrispondente ai canoni imposti dalla società.

7)    CONSERVARE UNO SPAZIO DI RIFLESSIONE. Un contributo che può offrire la terza età alle giovani generazioni è anche quello dell'importanza di conservare nella propria vita uno spazio per la riflessione e per la cultura. Proprio i giovani ed in particolare gli adolescenti vivono il rischio della ricerca dello stordimento, dapprima in una quotidianità che si snoda tra un impegno ed un altro, ma soprattutto nei divertimenti  e nel tempo libero, mascherando spesso la paura di affrontare discorsi più profondi. Conservare uno spazio di riflessione e coltivare la cultura ed il sapere nella propria vita aiuta tutti a dare senso alla propria esistenza e a non sprecarla inutilmente.


 LEGGI ANCHE
• NEWS
29 Settembre 2016
TORINO, ITALIA

Riapre la scuola di italiano di Sant'Egidio nel quartiere multietnico di San Salvario a Torino

20 Agosto 2016
BUCAREST, ROMANIA

La dolcezza dell'amicizia tra giovani e anziani a Bucarest

IT | FR | RU | HU
15 Agosto 2016

Mediterraneo, un mare di ponti: tre giorni di incontri tra giovani italiani e nuovi europei in Puglia

IT | FR
13 Agosto 2016

L'altra estate degli anziani con la Comunità di Sant'Egidio: ricca di visite, di incontri e di amicizia

IT | FR
9 Agosto 2016
CATANIA, ITALIA

Mare, giochi e integrazione: giovani dalla Sicilia e dal mondo danno il via a #tregiornisenzafrontiere

8 Agosto 2016
CATANIA, ITALIA

#tregiornisenzafrontiere: la grande festa estiva dell'integrazione dei giovani della Sicilia e del mondo

IT | FR | HU
tutte le news
• STAMPA
21 Settembre 2016
SIR

Famiglia: mons. Paglia, reagire a “cultura dell’io”. “Fili spinati sono delitti contro l’umanità”

3 Settembre 2016
La Repubblica - Ed. Genova

In campo anche i liceali volontari a Sant'Egidio

4 Agosto 2016
Corriere di Novara

Emergenza caldo: oltre 3.000 anziani monitorati dalla Comunità di Sant'Egidio

19 Luglio 2016
Il Mattino di Padova

Gli anziani possono morire di solitudine

17 Luglio 2016
Avvenire

Nei Quartieri Spagnoli da nipoti con gli anziani

11 Luglio 2016
Metropolis

A Napoli sul Vomero i più vecchi. Ecco come si muore nell'indifferenza

tutta la rassegna stampa
• DOCUMENTI

Corso di Alta Formazione professionale per Mediatori europei per l’intercultura e la coesione sociale

Intervento di Irma, anziana romana, durante la visita di papa Francesco a Sant'Egidio

Programma della Campagna della Cortesia verso gli anziani "Vive les Ainés"

Dati sulla Scuola di Lingua e Cultura Italiana - Comunità di Sant'Egidio

Articolo su Credere nr. 18 - Trattoria degli amici

Programma "W gli anziani": attività con gli anziani a Roma nel luglio e agosto 2013

tutti i documenti
• LIBRI

La fuerza de los años





Ediciones Sígueme
tutti i libri

FOTO

1078 visite

1159 visite

1120 visite

1084 visite

1060 visite
tutta i media correlati