Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
20 Ottobre 2014 | ROMA, ITALIA

Non c'è futuro senza memoria: in migliaia a Roma ricordano la deportazione degli ebrei del 16 ottobre 1943

Tra loro tanti giovani con un messaggio: la pace è il futuro

 
versione stampabile

Migliaia di persone, molti romani e tanti nuovi europei di fedi e culture diverse, giovani e anziani, hanno marciato insieme da piazza Santa Maria in Trastevere a Largo 16 ottobre 1943, nell'antico ghetto ebraico di Roma. Tra loro tanti cartelli con i nomi dei lager, i luoghi della follia della Seconda Guerra Mondiale, e un messaggio: "Non c'è futuro senza memoria". In testa al corteo i bambini con uno striscione che spiega quale sia il futuro che nasce dalla memoria: "Peace is the Future, la pace è il futuro".

L'evento, organizzato ogni anno dalla Comunità di Sant'Egidio e la Comunità Ebraica di Roma, ricorda la razzia del 16 ottobre 1943, quando più di 1000 ebrei furono strappati via dalle loro case e deportati ad Auschwitz. Pochissimi i sopravvissuti, tra questi Enzo Camerino, che allora aveva 12 anni,  che al termine della marcia ha lanciato un appello alle nuove generazioni: "Cari giovani, dovete costruire un mondo senza razzismo e senza odio".

Insieme a lui sono intervenuti Andrea Riccardi, fondatore della Comunità di Sant’Egidio, il Ministro della Difesa Roberta Pinotti, Riccardo Di Segni, Rabbino Capo di Roma e Riccardo Pacifici, Presidente della Comunità Ebraica di Roma.

GUARDA IL VIDEO >>

   
OGGETTI ASSOCIATI
VIDEO
46:24
Roma ricorda la deportazione degli ebrei del 16 ottobre 1943
 

 LEGGI ANCHE
• NEWS
5 Dicembre 2016
ROMA, ITALIA

Il Rabbino capo di Roma Riccardo di Segni in visita alla casa per persone disabili della Comunità di Sant'Egidio

30 Novembre 2016

Il 30 novembre DIRETTA STREAMING dal Colosseo di Città per la Vita contro la pena di morte

IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA | ID
15 Novembre 2016
BARCELLONA, SPAGNA

A Barcellona Sant'Egidio e la Comunità Ebraica fanno memoria della ''Notte dei Cristalli''

IT | ES | CA
8 Novembre 2016
FIRENZE, ITALIA

La memoria dissipa il maltempo. Marcia silenziosa a Firenze per ricordare la deportazione degli Ebrei

IT | HU
20 Ottobre 2016

Unesco: “Negata la verità storica sul Monte del Tempio di Gerusalemme. La città santa per ebraismo, cristianesimo e islam non sia strumentalizzata a fini politici”.

IT | ES | DE
15 Ottobre 2016
ROMA, ITALIA

Memoria della deportazione degli ebrei romani del 16 ottobre 1943: una radice di umanità contro l'indifferenza

IT | ES | DE | FR | PT | RU
tutte le news
• STAMPA
5 Dicembre 2016
Corriere della Sera

La chiave sotto una campana di vetro. Misteriose opere di artisti disabili

3 Dicembre 2016
FarodiRoma

Disabilità. Sant’Egidio inaugura a Ostia “La forza degli anni"

1 Dicembre 2016
Avvenire

Città illuminate contro il buio delle esecuzioni

1 Dicembre 2016
Roma sette

Anche Roma tra le “Cities for life”, contro la pena capitale

30 Novembre 2016
Main-Post

Dem Vergessen könnte das Morden folgen

30 Novembre 2016
Radio Vaticana

Pena di morte, Sant’Egidio: oggi oltre 2.100 città del mondo si mobilitano per “Cities for Life 2016”

tutta la rassegna stampa
• EVENTI
12 Novembre 2016 | BARCELLONA, SPAGNA

Marcia in memoria della deportazione degli ebrei

tutti gli Incontri di Preghiera per la Pace
• DOCUMENTI

Sintesi, Rapporti, Numeri e dati sulle persone senza dimora a Roma nel 2015

Guida DOVE Mangiare, dormire, lavarsi - Roma 2016

"Non rassegnamoci al declino di Roma": l'intervento di Marco Impagliazzo alla manifestazione Antimafia Capitale

Le persone senza dimora a Roma

Comunità di Sant'Egidio

Rapporto sulla povertà a Roma e nel Lazio 2011

Comunità di Sant'Egidio

Rapporto sulla povertà a Roma e nel Lazio 2012

tutti i documenti
• LIBRI

Milano, 30 gennaio 1944





Guerini e Associati

Trialoog





Lannoo Uitgeverij N.V
tutti i libri

FOTO

314 visite
tutta i media correlati

Per Natale, regala il Natale! Aiutaci a preparare un vero pranzo in famiglia per i nostri amici più poveri