change language
sei in: home - ecumenismo e dialogo - incontri... la pace - antwerp ...e future contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
Peace is the future

 
versione stampabile
9 Settembre 2014 09:30 | Thomas More, Campus Carolus, Aula 005

Intervento

Patrick H. Daly


Segretario generale della COMECE
1 Usiamo il linguaggio della comunione nel discorso politico riguardante l'UE e nel proiettare il nostro senso di noi stessi e ciò che è percepito come obiettivo comune dell'UE. Noi descriviamo noi stessi come una famiglia di nazioni, abbiamo una politica di vicinato, ci stiamo sforzando per raggiungere un consenso più profondo e più ampio sull'unione, abbiamo deliberatamente contrassegnato i valori che ci uniscono.
• Le sfide attuali a queste ipotesi: alcune aree degli Stati membri dell'UE desiderano percorrere una propria strada [(Scozia, Catalogna, Corsica (?)], siamo sicuri di come vivere con i nostri vicini [Russia, Ucraina, Turchia?]; meno accordo su valori comuni [Estrela e Lunacek Reports in EP]
 
2 Il progetto europeo è nato da un grande, tragico abbattimento nei rapporti umani ed è stato esposto a una drammatica incapacità di vivere insieme, il fallimento degli strumenti diplomatici (trattati, patti, triple alleanze, anche Società delle Nazioni) a risolvere i problemi connessi direttamente o indirettamente alla sfida di vivere insieme: Lebensraum, le minoranze esiliate dalla loro madrepatria, dal loro territorio e dai loro beni, problemi di relazione delle potenze europee con i loro possedimenti coloniali (solidarietà familiare durante la seconda guerra mondiale in tutto il mondo - Gurkha, australiani, ecc) genocidio, pulizia etnica, massiccio movimento dei popoli, le storie dietro le linee militari ancora fondamentali per l'esperienza della guerra.
• le origini storiche della UE sono state la volontà politica dei popoli europei di vivere insieme in pace e superare la differenza sulla base della riconciliazione e della ricerca di comune interesse.
 
3 L'amicizia è un valore fondamentale dell'Unione europea, troppo spesso svenduta. [approfondisco, per breve tempo, il fenomeno di amicizia]
• Questa amicizia come collante sociale è agevolata da: comunicazione moderna [social media, TV, telefono cellulare]; frequenza dei contatti tra politici / funzionari governativi / decisori politici / colleghi di lavoro / vescovi (non dimenticando amicizie ecumeniche); crescente volontà politica di affrontare il conflitto con la discussione; movimento dei popoli (quarta libertà UE); Erasmus programma di scambio di studenti; applicazione del progetto di pace a livello locale.
 
4 Famiglia come modello per il vivere insieme [Sinodo straordinario a Roma, ottobre 2014 come fonte di riferimento].
• Le sfide nelle famiglie ci insegnano molto su come vivere insieme in Europa:
trasmissione dei valori attraverso le generazioni [perenne, ma intensificato dal ritmo del cambiamento sociale e dell'impatto della scienza sul nostro modo di pensare]; trasmissione della fede cristiana [catechesi]; individualismo; prosperità materiale come unico modello di successo; contrazione famiglia allargata nella società occidentale [in contrasto con, ad esempio, l'India]; carattere temporaneo delle tante relazioni [es. monogamia seriale, contratto a breve termine, la ridondanza di mezza età].
 

PROGRAMMA
PDF

PROGRAMMA DELLE DIRETTE WEB

Segui l'evento in streaming


NEWS CORRELATE
18 Febbraio 2017
BARCELLONA, SPAGNA

A Barcellona il cardinale e l'Imam di Bangui sul processo di pace in Centrafrica: un modello da replicare

IT | ES | DE | FR
9 Febbraio 2017

Sant'Egidio fa festa per i 49 anni con il popolo della Comunità


Basilica di San Giovanni affollata di giovani e anziani, senza dimora e profughi venuti con i corridoi umanitari. Marco Impagliazzo: ''Crediamo in una città dove non esiste il noi e il loro, ma dove si può costruire insieme una grande forza di pace''
IT | ES | DE | FR | PT | CA
3 Febbraio 2017
ROMA, ITALIA

Visita del Presidente del Parlamento sloveno Milan Brglez alla Comunità di Sant'Egidio

IT | ES | DE | PT
1 Febbraio 2017
ADDIS ABEBA, ETIOPIA

30° Summit dell’Unione Africana, una delegazione di Sant’Egidio incontra il nuovo presidente Moussa Faki

IT | ES | DE | PT
1 Gennaio 2012

Giornata Mondiale della Pace. La manifestazione PACE IN TUTTE LE TERRE. Gli appuntamenti nel mondo

IT | ES | DE | CA
1 Gennaio 2012

Marcia per la Pace in Tutte le Terre


Roma, un lungo corteo raggiunge San Pietro. Il saluto di papa Benedetto
IT | DE | FR | NL | RU
tutte le news correlate

NEWS IN EVIDENZA
27 Febbraio 2017

L'arrivo dei profughi dalla Siria arrivati oggi con i corridoi umanitari: guarda i video


L'integrazione protegge più dei muri. L'articolo di Andrea Riccardi su Huffington Post
27 Febbraio 2017
Comunicato Stampa

Un anno di corridoi umanitari: Nuovi arrivi e Conferenza Stampa a Fiumicino alle 11


Intervengono Andrea Riccardi, Luca Maria Negro, Susanna Pietra, il viceministro degli Esteri, Mario Giro e il sottosegretario all’Interno, Domenico Manzione
IT | ES | FR
27 Febbraio 2017 | PADOVA, ITALIA

Il "Dove" per chi è senza casa o in difficoltà a Padova è online.


Una giuida con tanti indirizzi utili per chi ha bisogno di aiuto o chi vuole aiutare

RASSEGNA STAMPA CORRELATA
2 Gennaio 2017
Il Secolo XIX
Marcia della pace, in 1.500 con i profughi
2 Gennaio 2017
La Nazione
Fiaccole accese per la pace
2 Gennaio 2017
Aachener Zeitung
Zahlreiche Kerzen symbolisieren die Brandherde auf der Erde
2 Gennaio 2017
Vatican Insider
Congo, Sant’Egidio: soddisfazione per l’accordo sulle elezioni
2 Gennaio 2017
SIR
Marcia pace: Comunità Sant’Egidio, migliaia a Roma e in altre città italiane
tutta la rassegna stampa correlata