change language
sei in: home - ecumenismo e dialogo - incontri... la pace - cipro 2008 contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  

Profughi, un anno di corridoi umanitari festeggiato oggi con un nuovo arrivo dal Libano

Andrea Riccardi: “Un progetto che coniuga integrazione e sicurezza. No ai muri” - Sono ormai quasi 700 le persone accolte nel nostro Paese dal progetto promosso da Sant’Egidio insieme alle Chiese protestanti italiane

Iniziativa di Sant'Egidio in Ungheria affinchè si fermi l'iter di una legge lesiva dei diritti di migranti e minori

I Giovani per la Pace parlano lingue diverse ma hanno lo stesso sogno: #periferiealcentro no ai muri e pace per tutti

A Parigi, Madrid, Berlino e Anversa le manifestazioni in preparazione del grande incontro europeo del prossimo agosto a Barcellona

Gli appuntamenti per ricordare Modesta Valenti e quanti sono morti a causa della povertà e della vita per strada

28/02/2017
Preghiera con Maria, madre del Signore

Preghiera ogni giorno


 
versione stampabile

Betancourt Pulecio Ingrid


Testimone, Colombia

Figlia di un ex ministro dell’educazione della Colombia e di una ex senatrice, Ingrid Betancourt ha vissuto gran parte della sua infanzia all’estero, soprattutto in Francia, dove ha fatto i suoi studi in scienze politiche.
Nel 1988 decide di rientrare nel suo paese d’origine, la Colombia, per partecipare alla vita politica. Nel 1994 è eletta deputata e nel 1998 senatrice, registrando il più alto numero di voti in tutto il paese. Nello stesso anno fonda il partito “Oxigeno Verde”, per promuovere non solo una nuova politica per l’ambiente, ma anche la lotta alla corruzione, alla povertà e alla violenza. Si candida alla Presidenza della Repubblica. Il 23 febbraio 2002, in piena campagna elettorale, è sequestrata dalla guerriglia delle Farc (Fuerzas Armadas Revolucionarias de Colombia).
E’ stata liberata con altri 13 compagni di prigionia il 2 luglio 2008, dopo sei anni e mezzo di sequestro nella giungla colombiana. In tutti questi anni, per la sua liberazione si sono mobilitate la comunità internazionale e l’opinione pubblica mondiale.

Cipro 2008