Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
9 Febbraio 2015 | ROMA, ITALIA

"La gente non sa il vostro nome, vi chiama i senza tetto... vi sono vicino". L'abbraccio del papa ai poveri senza dimora a Pietralata

Nella visita a una parrocchia della periferia romana, papa Francesco incontra un gruppo di amici della Comunità di Sant'Egidio che non hanno casa. Le sue parole

 
versione stampabile

Domenica 8 febbraio, papa Francesco ha visitato la parrocchia di Pietralata, un quartiere storico della periferia romana. Prima di arrivare in chiesa, si è fermato in un insediamento di baracche, dove vivono immigrati dall'America Latina, ucraini e altri poveri, amici della Comunità di Sant'Egidio, che li visita regolarmente, portando loro cibo, coperte e il calore di un'amicizia. La visita inaspettata del papa ha suscitato una gioia incontenibile. Tra le baracche si è pregato con il Padre Nostro in spagnolo, in un piccolo cerchio, quasi abbracciati al papa.

Papa Francesco a Pietralata  incontra amici di sant'egidio senza dimoraPiù tardi, visitando la parrocchia, il papa si è fermato con tutti: persone del quartiere, bambini, e anche un gruppo di persone senza dimora che vivono nei dintorni della parrocchia. Anche loro sono amici di Sant'Egidio. Due volte a settimana, nella zona di Pietralata e Tiburtina, gruppi della Comunità portano la cena a chi è senza dimora. C'è un servizio di docce, e si fa il pranzo di Natale insieme da alcuni anni. Quando lo ha saputo, il papa ha detto con un sorriso: “anche in Vaticano da sabato c’è la possibilità di fare docce e usufruire del barbiere”, e tutti lo hanno accolto come un invito.

L'incontro è stato commovente. Alcuni di loro si sono inginocchiati davanti a papa Francesco, chiedendo il suo perdono per la vita difficile che hanno condotto.

V., rumeno, a seguito di un incidente ha una mano malata da tempo, e ha chiesto al papa che gliela toccasse per essere guarito. , il papa con tenerezza ha toccato la mano e chinando il capo  ha pregato per lui.
Ucraini e i russi hanno chiesto preghiera e benedizione per i loro paesi. “Noi abbiamo bisogno di tutto, non abbiamo nulla, ma chiedo la pace, la prego Santità, benedica l’Ucraina”, e i russi che dormono in baracca con gli ucraini hanno aggiunto “è possibile vivere insieme, noi lo facciamo!”
Ha detto loro il papa: "
Grazie per la vostra generosità, per la vostra pazienza, grazie per non aver spento la speranza e anche per la testimonianza che portate avanti, nella solitudine, la croce.

Tante volte, il fatto che la gente non sa il vostro nome e vi chiama “il senza tetto”, voi sopportate... questo è la vostra croce. Ma c’è qualcosa nel cuore di voi: lo Spirito Santo. Noi vediamo il fuoco, poi vediamo la cenere e pensiamo che tutto sia finito, non c’è più niente ma se viene un po’ di vento, se noi facciamo un gesto sulla cenere, viene il fuoco. Dentro tanti ceneri di sofferenza e di solitudine c’è il fuoco dello Spirito Santo, c’è l’abbraccio dell’amore di Dio.

Perché permette il Signore questa Croce ?

L’ha permesso a suo figlio per primo e Gesù capisce me e anche io vi capisco bene e nella mia povertà …..con tutto il mio cuore vi sono vicino e adesso vi benedica il Padre, il Padre di tutti noi."

Alla conclusione, dopo aver benedetto i poveri e i loro amici, papa Francesco ha chiesto di pregare per lui.

Aspettando papa Francesco

Conclusa  la visita la commozione è esplosa in un grazie comune. G. in lacrime ha salutato dicendo “In questi anni tante volte ho pianto, per una vita dura e piena di dolore, ma ci volevate voi, degli angeli per ricordarmi che si può piangere anche per la gioia, e oggi le mie lacrime sono di felicità, è il giorno più bello della mia vita!”


 LEGGI ANCHE
• NEWS
7 Novembre 2015

Uno sguardo sulla povertà alla vigilia del Giubileo: i senzatetto di Roma e le parole del Papa

IT | ES
26 Maggio 2011

Lima (Perù) - "Festa della Speranza" con gli amici che vivono per la strada

IT | EN | ES | DE | FR | PT | NL | RU
9 Dicembre 2010

Dati e riflessioni sulla povertà a Roma, in occasione della presentazione dell'edizione 2011 della guida: "DOVE MANGIARE, DORMIRE, LAVARSI"

IT | ES | DE | CA | RU
9 Agosto 2010

Napoli (Italia): "Cocomerata" di mezza estate con le persone senza dimora

IT | DE | FR
27 Dicembre 2009

Visita di Papa Benedetto XVI alla mensa per i poveri della Comunità di Sant'Egidio

21 Dicembre 2009

Novara: Inaugurazione della mensa per i poveri della Comunità di Sant'Egidio

IT | ES | DE | FR | PT | CA | NL | ID
tutte le news
• STAMPA
13 Aprile 2017
El Pais (Spagna)

Lavandería gratis en el Vaticano para los sin hogar

13 Aprile 2017
La Vanguardia

La lavandería del Papa

2 Aprile 2017
La Vanguardia

La Michelin de los pobres

16 Novembre 2017
Radio Vaticana

Papa: miseria non è una fatalità. Sant’Egidio: mettere i poveri al centro

20 Aprile 2017
el Periódico

El papa recordará el sábado a los "nuevos mártires del siglo XX y XXI

10 Aprile 2017
Vatican Insider

Senzatetto e poveri, apre la “Lavanderia del Papa”

tutta la rassegna stampa
• EVENTI
30 Ottobre 2017

Presentazione del libro Alla Scuola della Pace. Educare i bambini in un mondo globale

tutti gli Incontri di Preghiera per la Pace
• NO PENA DI MORTE
4 Ottobre 2015
STATI UNITI

Il Governatore del Missouri commuta la condanna di Kimber Edwards

24 Settembre 2015
STATI UNITI

Papa Francesco al Congresso Usa: “Abolite la pena di morte. La vita è sacra!"

25 Marzo 2015
GIAPPONE

Messaggio a 1 anno dalla liberazione di Iwao Hakamada

vai a no pena di morte
• DOCUMENTI

Intervista a Papa Francesco in occasione del viaggio apostolico in Svezia

La guida "Dove mangiare, dormire, lavarsi a Napoli e in Campania" 2016

La Comunità di Sant'Egidio e i poveri in Liguria - report 2015

Sintesi, Rapporti, Numeri e dati sulle persone senza dimora a Roma nel 2015

Guida DOVE Mangiare, dormire, lavarsi - Roma 2016

tutti i documenti
• LIBRI

Uno sguardo su Cuba. L'inizio del dialogo





Francesco Mondadori
tutti i libri