Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
27 Novembre 2015 | WÜRZBURG, GERMANIA

Memoria della prima deportazione degli ebrei di Würzburg il 27 novembre 1941

Non c'è futuro senza memoria. Insieme alla comunità ebraica Sant'Egidio fa memoria di questo tragico evento da 15 anni

 
versione stampabile

  Più di mille persone hanno attraversato il centro di Würzburg con le fiaccole e le candele accese in mano per fermarsi davanti al Teatro cittadino, il luogo in cui gli ebrei sono stati raccolti per iniziare il terribile viaggio della morte.

 Tra i partecipanti alla marcia tanti immigrati e profughi, che vivono da pochi mesi nella città. Dopo quella prima deportazione di 220 cittadini ebrei ne seguirono altre fino al 1943. 

Non solo furono privati dei loro averi, ma gli è stata tolta la dignità e il diritto di cittadini, ha detto il sindaco Schuchardt. Da 15 anni questa memoria è diventata un appuntamento fisso per la città. Sono intervenuti il presidente del Comitato centrale degli ebrei, David Schuster, che ha sottolienato l'importanza di questa memoria in un tempo di nuove violenze e di terrore.

 Hanno parlato anche il decano del duomo, il prelato Günter Putz e la decana evangelica Edda Weise. Per la Comunità di Sant'Egidio è intervento don Matthias Leineweber, Liza Zamani del movimento "Genti di pace" e Mara Unterguggenberger dei "Giovani per la pace", che ha espresso il desiderio dei molti giovani presenti di un futuro di pace e una società del vivere insieme.

 Tutti hanno sottolienato la volontà di impegnarsi per un futuro di convivenza pacifica soprattutto in questo periodo in cui tanti profughi, provenienti da culture e mondi religiosi diversi, raggiungono la Germania, perchè venga evitata ogni esclusione e odio raziale.


 LEGGI ANCHE
• NEWS
5 Dicembre 2016
ROMA, ITALIA

Il Rabbino capo di Roma Riccardo di Segni in visita alla casa per persone disabili della Comunità di Sant'Egidio

15 Novembre 2016
BARCELLONA, SPAGNA

A Barcellona Sant'Egidio e la Comunità Ebraica fanno memoria della ''Notte dei Cristalli''

IT | ES | CA
8 Novembre 2016
FIRENZE, ITALIA

La memoria dissipa il maltempo. Marcia silenziosa a Firenze per ricordare la deportazione degli Ebrei

IT | HU
20 Ottobre 2016

Unesco: “Negata la verità storica sul Monte del Tempio di Gerusalemme. La città santa per ebraismo, cristianesimo e islam non sia strumentalizzata a fini politici”.

IT | ES | DE
10 Ottobre 2016

Giubileo della Misericordia con i poveri a Monaco e a Innsbruck

9 Ottobre 2016
BERLINO, GERMANIA

No More Walls - 10 anni di Scuola della Pace a Berlino

IT | ES | DE | FR
tutte le news
• STAMPA
30 Novembre 2016
Main-Post

Dem Vergessen könnte das Morden folgen

29 Novembre 2016
Volksblatt

Erinnerung an Deportation jüdischer Würzburger vor 75 Jahren - Warnungen vor aktuellen Entwicklungen

22 Novembre 2016
Osnabrücker Kirchenbote

Eine Kerze für jeden toten Flüchtling

10 Novembre 2016
Kirchenzeitung Köln

Besondere Gäste

6 Novembre 2016
Würzburger katholisches Sonntagsblatt

Von Gott berührt

29 Settembre 2016
Vatican Insider

La percezione dello “Spirito di Assisi” nel mondo ebraico

tutta la rassegna stampa
• DOCUMENTI

Per un mondo senza razzismo – per un mondo senza violenza

Comunità di Sant'Egidio

APPELLO FINALE - Pellegrinaggio ad Auschwitz-Birkenau

Zuccari Alessandro

NON C'È FUTURO SENZA MEMORIA - Intervento di apertura di Alessandro Zuccari, Comunità di Sant'Egidio

Toaff Elio

NON C'È FUTURO SENZA MEMORIA - Intervento di Elio Toaff, Rabbino capo di Roma

Riccardi Andrea

Andrea Riccardi, Comunità di Sant'Egidio NON C'È FUTURO SENZA MEMORIA

Leone Paserman

NON C'È FUTURO SENZA MEMORIA - Intervento di Leone Pasermann, Presidente della Comunità ebraica di Roma

tutti i documenti
• LIBRI

Das Wort Gottes jeden Tag 2014/2015





Echter Verlag

Trialoog





Lannoo Uitgeverij N.V
tutti i libri

FOTO

288 visite

275 visite

266 visite

276 visite

257 visite
tutta i media correlati

Per Natale, regala il Natale! Aiutaci a preparare un vero pranzo in famiglia per i nostri amici più poveri