Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
12 Dicembre 2009

Kiev (Ucraina): "I senza fissa dimora: il popolo invisibile di Kiev”. Un convegno per affrontare il problema di chi vive per la strada. Le proposte degli amici della Comunità di Sant'Egidio.

 
versione stampabile

Il 9 dicembre, su iniziativa della Comunità di Sant’Egidio, è stato organizzato a Kiev il convegno dal titolo: “I senza fissa dimora: il popolo invisibile di Kiev”. L’Università statale “Kievo-Mogiljanska Akademija” – una delle più prestigiose della città – ha ospitato per la prima volta un evento di questo tipo. Al convegno sono intervenuti, tra gli altri, A. Lapenko, responsabile del dipartimento per i servizi ai senza fissa dimora del comune di Kiev, N. Kabacenko, direttrice della Scuola per il servizio sociale della Kievo-Mogiljanskaja Akademija, la giornalista televisiva I. Kobernik.

Durante l’incontro sono stati analizzati i problemi che toccano da vicino la vita dei poveri di strada nella città. Alcune storie di vita hanno rappresentato emblematicamente la condizione in cui versano molti di loro. I senza fissa dimora, come hanno spiegato i rappresentanti della Comunità, non sono una “categoria sociale” uniforme e senza volto Al contrario sono persone con una storia, un carattere, un volto, e meritano attenzione e rispetto da parte della società.
Il convegno ha segnato l’inizio di un discorso qualitativamente nuovo a Kiev sui senza fissa dimora, fondato sulla vita reale di queste persone e sui loro problemi, e quindi in grado di superare gli stereotipi e i pregiudizi profondamente radicati nella società ucraina. Come è stato sottolineato durante il convegno, il grado di umanità di ogni società si determina non sulla base del livello della qualità della vita dei più ricchi, ma proprio sulla base delle condizioni di vita dei più poveri. Una società umana e sensibile si fonda sulla capacità di essere umani e sul livello di partecipe attenzione verso i cittadini più indifesi.
 
Da parte della Comunità di Sant’Egidio sono state presentate alle autorità cittadine alcune proposte concrete per far fronte all’emergenza freddo, che nei mesi invernali è particolarmente acuta a Kiev:
-         l’allestimento di un autobus notturno attrezzato che ogni notte, nei mesi freddi, giri per i luoghi della città dove si riscontra una presenza di senza fissa dimora, in modo da fornire ristoro e prestare soccorso in caso di necessità, oltre a dare la possibilità a chi vuole di trascorrere la notte sull’autobus;
-         l’attivazione di un numero telefonico d’emergenza da chiamare quando si incontra una persona che vive per strada e necessita di aiuto immediato;
-         l’apertura di centri di assistenza per i senza fissa dimora e di dormitori nei quartieri centrali di Kiev;  
-         l’apertura, nelle notti di freddo intenso, dei corridoi della metropolitana e della stazione ferroviaria per consentire ai senza fissa dimora di trascorrervi la notte;
-       la creazione di un fondo del bilancio comunale per coprire le spese legate alla ospedalizzazione e alle cure mediche dei senzatetto;
-         la semplificazione delle procedure necessarie al rilascio dei documenti di identità ai senza fissa dimora. 
 
Al convegno hanno partecipato circa 150 persone, tra le quali, oltre a una cospicua presenza di studenti universitari, i rappresentanti delle istituzioni pubbliche e del mondo accademico, il nunzio apostolico e il console italiano in Ucraina.
L’incontro ha avuto una vasta eco sui mass media, e i principali canali televisivi di Kiev hanno trasmesso ampi reportage dell’evento.
 
Nell’ambito del convegno è stato mostrato un video sul servizio ai senza fissa dimora promosso dalla Comunità di Sant’Egidio a Kiev ed è stata allestita una mostra fotografica sul mondo dei poveri di strada.

 LEGGI ANCHE
• NEWS
18 Gennaio 2017
KIEV, UCRAINA

A Kiev la cena itinerante di Sant'Egidio a -11°C: pasti caldi e coperte per salvare la vita dei senzatetto

IT | DE | FR
17 Gennaio 2017

A Roma si aprono nuovi spazi per l'accoglienza ai senza dimora. Ma è urgente fare di più

IT | HU
16 Gennaio 2017

In questi giorni di tanto freddo penso e vi invito a pensare a tutte le persone che vivono per la strada

IT | EN | DE | FR | PT
14 Gennaio 2017
ROMA, ITALIA

Una chiesa diventa casa per i più poveri: san Calisto aperta da Sant'Egidio per l'emergenza freddo

IT | ES | DE | RU
12 Gennaio 2017
ROMA, ITALIA

Una notte al seguito di un gruppo di Sant'Egidio tra i senzatetto di Roma

IT | FR
10 Gennaio 2017

Il Natale con i poveri in Russia e Ucraina: il calore dell’amicizia nel gelo dell’inverno

IT | EN | ES | DE | FR | RU
tutte le news
• STAMPA
19 Gennaio 2017
ANSA

Coperte per senzatetto raccolte a Genova

16 Gennaio 2017
Avvenire

Roma. Emergenza freddo: per i senzatetto chiese aperte, auto e coperte

14 Gennaio 2017
L'Osservatore Romano

Per l'emergenza freddo. Senzatetto a San Calisto

13 Gennaio 2017
Corriere della Sera - Ed. Roma

Roma, il Vaticano apre le porte della chiesa di San Calisto ai clochard

13 Gennaio 2017
Vatican Insider

Una chiesa del Vaticano aperta per far dormire i senzatetto

11 Gennaio 2017
Roma sette

Freddo, la Comunità di Sant’Egidio raccoglie coperte e sacchi a pelo

tutta la rassegna stampa
• DOCUMENTI

La guida "Dove mangiare, dormire, lavarsi a Napoli e in Campania" 2016

La Comunità di Sant'Egidio e i poveri in Liguria - report 2015

Sintesi, Rapporti, Numeri e dati sulle persone senza dimora a Roma nel 2015

Le persone senza dimora a Roma

La povertà in Italia

tutti i documenti
• LIBRI

Rapporto sulla povertà a Roma e nel Lazio 2012





Francesco Mondadori

Keerpunt





Lannoo Uitgeverij N.V
tutti i libri