Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
11 Dicembre 2012 | DAR ES SALAAM, TANZANIA

La Comunità di Sant’Egidio prega per la pace e la convivenza

a un mese dagli scontri a matrice interetnica e interreligiosa che hanno insanguinato la Tanzania

 
versione stampabile

Comunità di Sant'Egidio - La preghiera per la pace e la riconciliazione in TanzaniaA metà ottobre sono state devastate e bruciate alcune chiese protestanti a Dar es Salaam, nel quartiere di Mbagala, e altri disordini si sono verificati a Zanzibar. Tutto è partito da un presunto affronto al Corano. Di lì l'assalto. Ma scontri interreligiosi c'erano già stati a giugno scorso, sempre a Dar e a Zanzibar. Il governo ha reagito con fermezza, e dai vari responsabili cristiani e musulmani sono partiti inviti alla calma. Ma il paese è turbato: è un grosso cambiamento rispetto a una situazione di più o meno tranquilla convivenza.
Il quartiere di Dar che è stato colpito dagli scontri, Mbagala, è uno di quelli in cui la Comunità si sta radicando, nel quadro di una progressiva crescita di Sant’Egidio nei quartieri e nelle università della grande metropoli sull’Oceano Indiano, realtà urbana verso cui tutto il paese converge, città convulsa e trafficata, con tanti problemi, ma anche con tanto fermento e con tante aspettative.

Domenica 11 novembre, a un mese dagli scontri di ottobre, tutte le comunità di Dar es Salaam (Ardhi, Mabibo, Mbagala, Posta, Ubungo) si sono riunite per pregare per la pace e la riconciliazione, contro ogni violenza. Hanno scelto di farlo proprio a Mbagala, in uno degli orfanotrofi in cui Sant’Egidio fa servizio.
Per la Tanzania, infatti, la sfida è quella di trasmettere anche alle nuove generazioni il sentimento di unità e di fratellanza che è stato ereditato dalla stagione dell’indipendenza, dall’intelligente operato del padre della patria, Julius Nyerere. Gli avvenimenti di giugno e ottobre mostrano come non si possa mai dare per scontata la convivenza. Vivere insieme è la sfida di ogni nuova generazione, una sfida che sempre assunta di nuovo, per parlare a tutti, per avvicinare la diversità di ognuno, per costruire un clima differente.

Sant’Egidio già vive questo impegno nel servizio, appunto con i bambini. La presenza della Comunità all’orfanotrofio Chakuwama, in un altro quartiere, quello di Mwenge, un istituto gestito da un’associazione musulmana, è il segno di una volontà di convivenza, della ricerca di ciò che unisce e che avvicina, in uno spirito che è tipico del carisma della Comunità.
Durante la preghiera a Mbagala si è insistito sul valore della pace e si è preso l’impegno a essere tutti, in un contesto che cambia velocemente, una presenza di incontro e di riconciliazione. Ogni comunità tanzaniana è chiamata a parlare di pace, a testimoniare la bellezza della pace, contro ogni divisione e violenza, in un paese che corre il rischio di dimenticare le stesse basi su cui è stato costruito.

La prossima conferenza sul tema della pena di morte e della violenza, che si svolgerà ancora a Dar es Salaam a fine mese, sarà un’ulteriore occasione di testimonianza, un appello alla costruzione di un clima diverso, di rispetto dei valori della vita e della convivenza.


 LEGGI ANCHE
• NEWS
11 Gennaio 2017

Africa, Marco Impagliazzo: ''L'eccellenza della medicina italiana per lo sviluppo della sanità africana''

IT | FR
2 Gennaio 2017

Buone notizie dal Congo: raggiunto l’accordo sulle elezioni. Il ruolo decisivo della Conferenza episcopale

IT | ES | DE | FR | PT
2 Gennaio 2017

2017, i bambini di tutto il mondo chiedono la pace.

IT | EN | ES | DE | FR | PT | CA
1 Gennaio 2017

Pace in tutte le terre: i video della marcia e dell'Angelus di papa Francesco

IT | ES | DE | FR | PT
1 Gennaio 2017
ROMA, ITALIA

FOTOGALLERY: la marcia per la pace del 1° gennaio 2017 a Roma

IT | FR
31 Dicembre 2016
ROMA, ITALIA

Pace, Sant’Egidio: il primo gennaio marcia verso San Pietro e manifestazioni in tutto il mondo

IT | FR
tutte le news
• STAMPA
7 Gennaio 2017
SIR

Periferie: Comunità Sant’Egidio, oggi pomeriggio flash mob al Corvetto di Milano per “un quartiere umano e vivibile”

2 Gennaio 2017
Aachener Zeitung

Zahlreiche Kerzen symbolisieren die Brandherde auf der Erde

2 Gennaio 2017
Gazzetta di Parma

Le vie del centro invase dai colori della pace

2 Gennaio 2017
Il Secolo XIX

Marcia della pace, in 1.500 con i profughi

2 Gennaio 2017
La Nazione

Fiaccole accese per la pace

2 Gennaio 2017
Vatican Insider

Congo, Sant’Egidio: soddisfazione per l’accordo sulle elezioni

tutta la rassegna stampa
• EVENTI
11 Gennaio 2017

Sant'Egidio: al via la collaborazione con la Fondazione Arpa per la formazione e lo sviluppo di sistemi sanitari avanzati

tutti gli Incontri di Preghiera per la Pace
• NO PENA DI MORTE
31 Ottobre 2014

Inaugurata a Bukavu la campagna "Città per la vita"

12 Ottobre 2014
All Africa

Africa: How the Death Penalty Is Slowly Weakening Its Grip On Africa

20 Settembre 2014

Ciad: il nuovo codice penale prevede l'abolizione della pena di morte

20 Settembre 2014
AFP

In Ciad rischio criminalizzazione gay, ma abolizione pena morte

vai a no pena di morte
• DOCUMENTI

Libia: L'accordo umanitario per il Fezzan firmato a Sant'Egidio il 16 giugno 2016

Preghiera per Elard Alumando

Appello di Pace 2016

Predicazione di Mons. Vincenzo Paglia alla veglia di preghiera per la pace e in memoria delle vittime degli attacchi terroristici a Parigi

Nuclear Disarmament Symposium on the 70 th anniversary of the atomic bomb. Hiroshima, August 6 2015

Omelia di S.E. Paul R. Gallagher per la commemorazione dei martiri contemporanei

tutti i documenti
• LIBRI

La Parole de Dieu chaque jour 2017





Editions du Cerf

La parola di Dio ogni giorno 2017





San Paolo
tutti i libri