Riccardi Andrea: sul web

Riccardi Andrea: sui social network

Riccardi Andrea: la rassegna stampa

change language
sei in: home - news contattinewsletterlink

Sostieni la Comunità

  
11 Dicembre 2012 | DAR ES SALAAM, TANZANIA

La Comunità di Sant’Egidio prega per la pace e la convivenza

a un mese dagli scontri a matrice interetnica e interreligiosa che hanno insanguinato la Tanzania

 
versione stampabile

Comunità di Sant'Egidio - La preghiera per la pace e la riconciliazione in TanzaniaA metà ottobre sono state devastate e bruciate alcune chiese protestanti a Dar es Salaam, nel quartiere di Mbagala, e altri disordini si sono verificati a Zanzibar. Tutto è partito da un presunto affronto al Corano. Di lì l'assalto. Ma scontri interreligiosi c'erano già stati a giugno scorso, sempre a Dar e a Zanzibar. Il governo ha reagito con fermezza, e dai vari responsabili cristiani e musulmani sono partiti inviti alla calma. Ma il paese è turbato: è un grosso cambiamento rispetto a una situazione di più o meno tranquilla convivenza.
Il quartiere di Dar che è stato colpito dagli scontri, Mbagala, è uno di quelli in cui la Comunità si sta radicando, nel quadro di una progressiva crescita di Sant’Egidio nei quartieri e nelle università della grande metropoli sull’Oceano Indiano, realtà urbana verso cui tutto il paese converge, città convulsa e trafficata, con tanti problemi, ma anche con tanto fermento e con tante aspettative.

Domenica 11 novembre, a un mese dagli scontri di ottobre, tutte le comunità di Dar es Salaam (Ardhi, Mabibo, Mbagala, Posta, Ubungo) si sono riunite per pregare per la pace e la riconciliazione, contro ogni violenza. Hanno scelto di farlo proprio a Mbagala, in uno degli orfanotrofi in cui Sant’Egidio fa servizio.
Per la Tanzania, infatti, la sfida è quella di trasmettere anche alle nuove generazioni il sentimento di unità e di fratellanza che è stato ereditato dalla stagione dell’indipendenza, dall’intelligente operato del padre della patria, Julius Nyerere. Gli avvenimenti di giugno e ottobre mostrano come non si possa mai dare per scontata la convivenza. Vivere insieme è la sfida di ogni nuova generazione, una sfida che sempre assunta di nuovo, per parlare a tutti, per avvicinare la diversità di ognuno, per costruire un clima differente.

Sant’Egidio già vive questo impegno nel servizio, appunto con i bambini. La presenza della Comunità all’orfanotrofio Chakuwama, in un altro quartiere, quello di Mwenge, un istituto gestito da un’associazione musulmana, è il segno di una volontà di convivenza, della ricerca di ciò che unisce e che avvicina, in uno spirito che è tipico del carisma della Comunità.
Durante la preghiera a Mbagala si è insistito sul valore della pace e si è preso l’impegno a essere tutti, in un contesto che cambia velocemente, una presenza di incontro e di riconciliazione. Ogni comunità tanzaniana è chiamata a parlare di pace, a testimoniare la bellezza della pace, contro ogni divisione e violenza, in un paese che corre il rischio di dimenticare le stesse basi su cui è stato costruito.

La prossima conferenza sul tema della pena di morte e della violenza, che si svolgerà ancora a Dar es Salaam a fine mese, sarà un’ulteriore occasione di testimonianza, un appello alla costruzione di un clima diverso, di rispetto dei valori della vita e della convivenza.


 LEGGI ANCHE
• NEWS
1 Dicembre 2016

1 dicembre, Giornata Mondiale contro l'AIDS 2016. Per il futuro dell'Africa

IT | DE | FR | HU
26 Novembre 2016

In Avvento iniziamo a pubblicare la Parola di Dio ogni giorno in inglese francesce tedesco spagnolo e portoghese su Facebook

IT | EN | ES | DE | PT
23 Novembre 2016
GOMA, REPUBBLICA DEMOCRATICA DEL CONGO

Floribert, giovane martire della corruzione: aperta ufficialmente la causa di beatificazione dal vescovo a Goma

IT | ES | DE | FR | PT | HU
21 Novembre 2016
ROMA, ITALIA

Pace in Centrafrica: i leader religiosi di Bangui a Sant'Egidio rilanciano la piattaforma per la riconciliazione

IT | ES | DE | FR | PT | CA
21 Novembre 2016

Mons. Vincenzo Paglia ci introduce a "La Parola di Dio ogni giorno 2017". Guarda il video!

19 Novembre 2016
ROMA, ITALIA

Centrafrica: incontro lunedì a Sant’Egidio. Dissociare le religioni dalla guerra e lanciare un modello di riconciliazione

IT | ES | FR | PT | CA
tutte le news
• STAMPA
3 Dicembre 2016
Radio Vaticana

Pace in Colombia: ex guerriglieri iniziano il disarmo

1 Dicembre 2016
Zenit

Africa: 300mila sieropositivi curati da Sant’Egidio

23 Novembre 2016
Il Fatto Quotidiano

Non solo faide, al Sud si parla di pace

22 Novembre 2016
Osnabrücker Kirchenbote

Eine Kerze für jeden toten Flüchtling

22 Novembre 2016
Avvenire

Sant'Egidio. «Quella in Centrafrica non è una guerra di religione»

22 Novembre 2016
L'huffington Post

Se Bangui diventa il centro del mondo con il Cardinale, l'Imam e il Pastore

tutta la rassegna stampa
• NO PENA DI MORTE
31 Ottobre 2014

Inaugurata a Bukavu la campagna "Città per la vita"

12 Ottobre 2014
All Africa

Africa: How the Death Penalty Is Slowly Weakening Its Grip On Africa

20 Settembre 2014

Ciad: il nuovo codice penale prevede l'abolizione della pena di morte

20 Settembre 2014
AFP

In Ciad rischio criminalizzazione gay, ma abolizione pena morte

vai a no pena di morte
• DOCUMENTI

Libia: L'accordo umanitario per il Fezzan firmato a Sant'Egidio il 16 giugno 2016

Preghiera per Elard Alumando

Appello di Pace 2016

Predicazione di Mons. Vincenzo Paglia alla veglia di preghiera per la pace e in memoria delle vittime degli attacchi terroristici a Parigi

Nuclear Disarmament Symposium on the 70 th anniversary of the atomic bomb. Hiroshima, August 6 2015

Omelia di S.E. Paul R. Gallagher per la commemorazione dei martiri contemporanei

tutti i documenti
• LIBRI

La Parole de Dieu chaque jour 2017





Editions du Cerf

La parola di Dio ogni giorno 2017





San Paolo
tutti i libri

Per Natale, regala il Natale! Aiutaci a preparare un vero pranzo in famiglia per i nostri amici più poveri